• Sei il visitatore n° 484.008.678
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 20 novembre 2013 alle 19:40

Garlate: Giuseppe Saurra in contatto con i parenti sardi

Giuseppe Saurra
Da giorni segue con apprensione le notizie di morte e devastazione che arrivano dalla sua Terra natale, dove vivono due fratelli con le loro famiglie che nella giornata di venerdì raggiungerà. La Sardegna che Giuseppe Saurra, ex vice sindaco di Garlate e ora pensionato, troverà al suo arrivo sarà un luogo colpito e devastato dalla furia di un fenomeno atmosferico senza precedenti, che ha ucciso 16 persone e lasciato centinaia di famiglie senza un riparo. Il viaggio dai suoi cari era già programmato, ma ora assume un significato del tutto particolare. “Lunedì ho seguito attraverso la Rete ciò che stava accadendo, sono rimasto in contatto con i miei famigliari fino a notte inoltrata” ha spiegato Giuseppe. “Fortunatamente nel mio paese di origine, Cuglieri, e nella zona nord occidentale dell’isola i danni sono stati limitati. Mi hanno detto del vento forte e della pioggia battente, ci sono stati allagamenti e alberi caduti ma non come nelle zone più colpite. Ciò che è successo non era mai accaduto prima in Sardegna, è stato un fenomeno del tutto eccezionale. Non c’è la preparazione che c’è qui per eventi simili, perché non è un’area soggetta a disastri di quel genere. Ho un fratello e una sorella che sono rimasti a vivere lì con tutti i miei nipoti, fortunatamente stanno tutti bene. Ma lo spavento è stato forte, si tratta di una tragedia immane per tutta l’isola”. Giuseppe Saurra darà il suo contributo, attraverso iniziative promosse a Lecco, per aiutare la popolazione della sua Terra, da cui egli partì negli anni Settanta per approdare a Garlate. “Non dovrei riscontrare particolari problemi nel mio viaggio, poiché raggiungerò aree dell’isola meno colpite dai danni”. Qui potrà riabbracciare i suoi cari, scampati alla furia distruttiva di un fenomeno atmosferico che ha seminato morte e distruzione.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco