Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 438.414.829
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 09 novembre 2013 alle 18:11

Garlate: senegalesi Murid, via al ''gemellaggio'' con Touba

“Ci  avete lasciato qualcosa che resterà nei nostri cuori, un arricchimento che dimostra come dal confronto può nascere il rispetto reciproco”. Questo il commento con cui il sindaco di Garlate Giuseppe Conti ha chiuso una mattinata davvero particolare svoltasi in comune nella mattinata di oggi, sabato 9 novembre.

A sinistra il marabout, a destra il console senegalese


Ospiti speciali della sala consigliare e del civico Museo della Seta Abegg prossimo alla riapertura sono stati il marabout (capo spirituale) del Muridismo (musulmani senegalesi) Ahma Mibacke, e il Console Generale della Repubblica del Senegal Makhtar Kouyate.


Il gruppo religioso in paese ha la possibilità di utilizzare una volta al mese la sala civica posta all’interno del museo, e dall’ottimo confronto tra amministrazione comunale e rappresentanza senegalese è nata l’occasione per l’incontro istituzionale di oggi che ha dato il via ad un gemellaggio tra Garlate e Touba, città santa dei Murid.

La delegazione femminile

“22 anni fa la festa per l’indipendenza del Senegal si è svolta proprio su questo territorio, la nostra missione qui è quella di portare la pace” ha spiegato uno dei numerosi presenti, accompagnati all’interno del museo dove sono stati mostrati alcuni dei macchinari per la lavorazione della seta in fase di restauro. Presente anche una delegazione di donne, presieduta da Absa, che fanno parte del gruppo. Dopo la visita le autorità dei due paesi si sono confrontate in sala consigliare.

La visita al museo della seta


Qui il console senegalese ha ringraziato il sindaco di Garlate per aver accettato l’invito all’incontro dei Murid svoltosi la settimana scorsa a Osnago, e ha spiegato che farà in quanto suo potere per avviare il gemellaggio con Touba. “Pregheremo per questo comune e per l’Italia, i senegalesi saranno in pace, perché senza di essa non può esserci futuro per l’integrazione” ha spiegato il console.


Il marabout ha ringraziato il comune per l’esempio di integrazione che dà, e spiegato che “ogni senegalese qui è un ambasciatore della sua comunità, deve essere un modello e essere di esempio”. Al console e al marabout è stato donato il libro storico di Garlate, primo passo di un rapporto che si annuncia proficuo e duraturo.

Gli interventi in sala consigliare

R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco