• Sei il visitatore n° 485.259.344
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 25 ottobre 2013 alle 11:19

Abbadia L.: il piccolo Nicolò brutalmente ucciso nella notte, inutile la corsa in ospedale. Gli inquirenti sospettano la madre

Il prossimo 25 novembre il piccolo Nicolò avrebbe compiuto 3 anni. La sua vita è stata brutalmente spezzata nella notte tra giovedì 24 e venerdì 25 ottobre, all’interno della sua abitazione di Abbadia Lariana, Frazione Novegolo, dove viveva con la sua famiglia.

A sinistra la casa in cui si è consumata la tragedia


Sulle cause della morte del piccolo stanno indagando i Carabinieri della compagnia di Lecco, e l’ipotesi più probabile è quella che ad uccidere il figlio con una lama da coltello sia stata la madre Aicha, classe 1988 originaria della Costa d’Avorio, che nel paese lecchese aveva messo su famiglia con Stefano, classe 1970. Sono stati alcuni vicini di casa a lanciare l’allarme, poco dopo le 3.00 di questa notte, quando il padre si è presentato alla loro porta con il piccolo in braccio, chiedendo aiuto. A svegliare i residenti della stretta Via Giordanoni dove risiede la famiglia – che ha anche una figlia di un anno - sono state le grida dell’uomo, che verso le 3.10 avrebbe fatto la tragica scoperta.


Sul posto si sono recati i mezzi del 112 e i Carabinieri, per effettuare i primi rilievi su quanto accaduto e prestare le prime cure al bambino. Nonostante la corsa disperata in ospedale, per il piccolo Nicolò non c’è stato nulla da fare. Sono in corso da parte dei Carabinieri, coordinati dal tenente colonnello Alessandro Giuliani, le indagini per comprendere la dinamica dei fatti che hanno portato alla tragica morte del piccolo Nicolò, a nemmeno 3 anni di vita.

Articoli correlati:
Abbadia: bimbo di tre anni ammazzato questa notte a coltellate


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco