• Sei il visitatore n° 483.673.654
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 01 novembre 2010 alle 17:38

Olginate: danni al fiume per Addarella e rischi al ponte. Ma la Provincia è assente

Italo Bruseghini
Un silenzio troppo assordante quello calato sulla questione del vecchio ponte di Olginate, per cui ancora oggi non è chiaro quale sarà il suo destino. A prendere posizione sulla delicata questione, il consigliere provinciale della minoranza Italo Bruseghini ed ex sindaco di Olginate, che, non avendo ricevuto alcuna risposta dal Consiglio provinciale, ha deciso di 'fare da sé', mettendo a conoscenza direttamente i cittadini sui danni causati al fiume Adda e al lago di Olginate dagli scavi effettuati per il progetto della navigabilità e sulle condizioni di pericolo del ponte Vittorio Emanuele. A causare i primi danni e problemi, erano stati proprio gli scavi effettuati per realizzare un canale per il passaggio del battello Addarella , che avevano provocato un abbassamento del livello del bacino; a questo si era poi aggiunta la questione della corrente che si era formata con il cambiamento dell'assetto del fondo e che stava 'attaccando' pericolosamente la seconda pila del ponte. 600 mila euro i fondi stanziati nel 2009, di cui 450 dalla Provincia e 150 dal Comune per il progetto di recupero del vecchio ponte, non ancora in fase esecutiva. "La colpa è di quella Provincia 'utile' tanto promossa dal presidente Nava. Dicevano che sarebbero intervenuti per il ripristino ma cosa hanno fatto? Ho già denunciato la situazione ma sembra che il messaggio non sia stato ricevuto. Mi preme denunciare l'incapacità legata alla gestione dei soldi e delle infrastrutture ma soprattutto che la situazione venga risolta al più presto e che chi ha sbagliato paghi" ha commentato Bruseghini. I primi significativi problemi potrebbero già arrivare dalla prossima primavera quando il livello del fiume aumenterà con il rischio che non siano stati ancora effettuati i dovuti controlli e interventi di messa in sicurezza. "E' da marzo che aspetto una risposta che non è ancora arrivata. Solo a fine settembre mi è arrivata una lettera dell'assessore Simonetti in cui confermava che il problema c'è e anche un potenziale rischio, aggiungendo che la questione è sempre stata all'attenzione del suo assessorato". La consapevolezza del ponte 'a rischio' sembra quindi esserci e così l'interessamento per la suddetta questione. In teoria e a parole, perché in concreto ancora non è stato fatto nulla e si sa, tra il dire e il mare, ce lo consenta il contesto, c'è sempre di mezzo...un fiume. Di parole.
C.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco