Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.187.240
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/09/2020

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 25 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Lunedì 14 ottobre 2013 alle 19:58

Imbersago: volontari dell’Enpa aggrediti e insultati da un uomo mentre catturano i gatti da sterilizzare di una colonia. Arrivano i Cc

Sono stati aggrediti a male parole, con insulti, minacce e pure con un calcio sferrato dritto in pancia a uno dei volontari oltre a subire il danneggiamento di due gabbiette. È accaduto attorno alle 17 di lunedì pomeriggio sul confine tra Merate e Imbersago, nei pressi del santuario di Madonna del Bosco.

La gabbietta presa a calci dallo sconosciuto

Un gruppo di volontari dell'ENPA (Ente Nazionale per la Protezione degli Animali) si trovava sul posto poiché, a seguito della segnalazione di una colonia felina, erano stati incaricati come vuole la legge e come è prassi in questi casi, di procedere alla cattura degli esemplari femmina per la sterilizzazione, unico modo per evitare il proliferare fuori controllo dei felini, con fenomeni poi di morte dovuta a malnutrizione.
Dopo aver posizionato le gabbiette, i volontari erano in attesa di poter procedere con la cattura e il successivo trasporto presso il vicino veterinario dove avrebbe avuto luogo l'operazione e il successivo rilascio e reinserimento nel medesimo posto dei felini. Ad un certo punto un uomo, di circa 40 anni, pare residente a Imbersago, che stava passando a piedi in compagnia di altre due persone, ha iniziato a insultare verbalmente i volontari. Dopo un primo momento di stupore gli addetti dell'Enpa hanno spiegato, temendo che la loro azione fosse stata fraintesa, che la gabbia serviva per catturare gli animali e portarli dal veterinario e che non c'era alcun intento di maltrattarli ma solo stoppare i continui accoppiamenti incontrollati e insostenibili. "Fatevi sterilizzare voi" avrebbe urlato il 40enne "i gatti si arrangiano da soli, siete voi che siete malati. Pezzi di m...andatevene, qui siete su una proprietà privata, non avete il diritto di fare nulla". E via con gli insulti e i calci alle due gabbiette, risultate poi danneggiate e, successivamente, anche a uno dei volontari che, secondo il loro racconto, intervenendo per spiegare sarebbe rimasto coinvolto nella discussione, degenerata in rissa. "Continuava a dire che non potevamo stare qui, ma noi abbiamo tutti i permessi degli enti competenti e la legge che lo permette, inoltre eravamo su suolo pubblico" hanno raccontato "Ad un certo punto quando ha visto che iniziava ad avvicinarsi della gente e che noi avevamo chiamato i carabinieri, se ne è andato in tutta fretta".
I volontari, dunque, spaventati hanno atteso l'arrivo dei militari per raccontare l'accaduto ed, eventualmente, procedere poi con querela.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco