Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 392.898.009
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/05/2021
Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 14 µg/mc
Scritto Venerdì 27 settembre 2013 alle 17:32

Valgreghentino: crisi aziendali, al vaglio un fondo per le famiglie

Uno specifico “fondo” per aiutare le famiglie del paese messe in difficoltà a causa del fallimento di ben due aziende in paese. È quello cui sta lavorando a Valgreghentino l’amministrazione comunale guidata da Ernesto Longhi, che all’inizio di settembre ha promosso uno specifico consiglio comunale con la partecipazione di sindacalisti e lavoratori della Nord Dolciaria e della Algat.
La ditta specializzata nella produzione di prodotti da forno, per la quale era stata avviata senza successo la prosecuzione dell’attività attraverso la newco “Nord Dolciaria Italy”, è stata dichiarata fallita . Sono in corso le perizie in attesa di fissare la data dell’asta di vendita dell’attività, in cerca di una nuova realtà che possa riprendere la produzione. Per i 58 lavoratori, in gran parte donne e di una età compresa tra i 35 e i 60 anni, è attiva la cassa integrazione e un piano di ricollocamento in accordo con la Provincia.

Le due sedi aziendali


L’ammortizzatore sociale è stato attivato a metà settembre anche per i 57 dipendenti della sede della Algat, specializzata nella produzione di stampi e componenti per il settore dell’automotive con uno stabilimento nel torinese - circa 200 i dipendenti - e uno a Cuneo con 70 addetti. La ditta lecchese lavorerà fino al prossimo 31 dicembre in regime di esercizio provvisorio, e l’attività sarà poi messa all’asta. “Stiamo valutando in sede di bilancio, in collaborazione con i servizi sociali, la possibilità di creare un fondo per andare incontro alle famiglie coinvolte” ha spiegato il sindaco Ernesto Longhi. “Tra le ipotesi al vaglio c’è una rateizzazione delle imposte, e parteciperemo attivamente ai "tavoli" in programma per cercare di dare un seguito alle attività industriali e ricollocare i lavoratori”. Il prossimo 2 ottobre uno di questi incontri riguarderà la Nord Dolciaria.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco