• Sei il visitatore n° 474.790.538
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 11 settembre 2013 alle 15:39

Minaccia di gettarsi nell’Orrido di Bellano, uomo salvato da due agenti della Polizia

Si era aggrappato alla rete di protezione che si affaccia sullo strapiombo dell'orrido di Bellano, deciso a farla finita. L'intervento di una pattuglia della Polizia di Stato, distaccamento di Bellano, e l'opera di persuasione compiuta dal capo equipaggio ha convinto l'uomo a desistere a farsi accompagnare in un luogo sicuro per essere ascoltato e ristorato. E' accaduto all'alba del 9 settembre, attorno alle 5, quando una pattuglia della Stradale notava una macchina ferma sulla rampa di immissione della SS36 da Bellano in direzione Colico, con le 4 frecce accese.
Accostato il mezzo, gli agenti hanno proceduto al controllo del veicolo fermo e all'interno hanno trovato bene in vista un foglietto manoscritto, dalla calligrafia incerta, dove si leggeva lo sfogo di un uomo, deciso a farla finita. Le ricerche nelle immediate vicinanze hanno portato a B.M. arrampicato all'esterno della rete di protezione a strapiombo sull'Orrido di Bellano. Agitato e angosciato il soggetto, che in passato aveva avuto problemi legati alla tossicodipendenza, ha manifestato da subito la sua contrarietà a un qualunque aiuto, minacciando di lanciarsi nel vuoto. L'ispettore capo Ezio Ferrante, allora, ha iniziato un'attività di persuasione, parlando con il soggetto e cercando di raccogliere la sua fiducia e, al tempo stesso, riuscire a tranquillizzarlo. Mentre il collega gestiva il traffico veicolare sulla rampa, Ferrante riusciva a convincere l'uomo a scendere dalla rete e a farsi assistere presso il comando.
Una situazione critica che si è risolta bene, grazie soprattutto alle capacità comunicative acquisite dal personale che, addestrato con specifici corsi come quelli organizzati dal comune di Lecco con il prof. Massimo Picozzi e il comandante della PL Franco Morizio, è riuscito a tenere sotto controllo lo stato d'animo della persona, tranquillizzandola e portandola poi a terra.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco