• Sei il visitatore n° 476.773.175
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 18 agosto 2013 alle 18:42

Merate: è scomparso Antonio Galbusera, titolare dell’omonima rivendita di elettrodomestici. Grande la passione per il calcio locale

Antonio Galbusera nel suo negozio
Fino all'ultimo ha messo piede nel suo negozio per stare vicino ai figli e all'attività che ha rappresentato la sua vita, facendolo conoscere in tutto il territorio e permettendogli anche di portare avanti e sostenere una  delle sue passioni: il calcio a livello locale. Ora di Antonio Galbusera, 84 anni, conosciutissimo commerciante di Merate, titolare dell'omonimo negozio di elettrodomestici, restano tanti ricordi e tante persone riconoscenti che da lui hanno imparato un mestiere o che, più semplicemente, da lui hanno comperato un elettrodomestico.
Classe 1929, nativo di Brivio iniziò con il fratello il commercio di elettrodomestici e macchine da cucire, anche per grosse realtà industriali e laboratori di confezioni, nella città di Lecco. Un'attività in grande che dava lavoro a molte persone, conosciuta per la professionalità dei dipendenti e per la qualità dei macchinari. Quando il territorio fu diviso in zone, ad Antonio il concessionario degli elettrodomestici gli offrì la possibilità di aprire una rivendita a Merate. Opportunità che l'uomo colse al volo, spostandosi così nella zona a sud della provincia e lasciando il fratello nella città di Lecco. Per i primi anni il negozio fu tra Piazza degli Eroi e Via Viganò, nel palazzo della banca briantea, con deposito in Via Trento. Poi il trasferimento nello stabile alla fine di Viale Lombardia, dove si trova tuttora e dove c'è anche la residenza. Ma dopo il lavoro e la famiglia (con la moglie Rosanna, aveva festeggiato i 58 anni di matrimonio, da cui erano nati Dorina, Giovanni, Raffaella e Federico), Antonio aveva una grande passione: il calcio. Non una squadra del cuore, ma il calcio locale con il sostegno e la sponsorizzazione di una compagine nei vari tornei serali sul territorio. Perché Antonio era un uomo di compagnia, che amava stare con gli amici, discutere, fare pronostici sull'andamento del "suo" campionato. 



"Anche da malato il lavoro era la sua vita" ha ricordato la moglie Rosanna "ma il calcio l'aveva nel cuore. Andava a cercare i giocatori, diventava matto per trovare il meglio. Stava volentieri con la gente, era molto socievole. Una battuta di spirito non mancava mai. Aveva una rete di amicizie molto fitta per via anche dell'attività".






I funerali del signor Antonio Galbusera si svolgeranno lunedì mattina alle ore 10 nella chiesa parrocchiale di Merate. 
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco