Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 392.904.940
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/05/2021
Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 14 µg/mc
Scritto Venerdì 16 agosto 2013 alle 16:53

Valgreghentino: nuovi furti in paese, chieste le videocamere

“Quanti furti dovranno ancora verificarsi perché l’amministrazione accolga la richiesta dei cittadini e installi le telecamere?”. Questo ciò che si chiede la minoranza consigliare di Valgreghentino e Villa San Carlo per le Libertà a seguito di alcuni furti che si sono verificati nei giorni scorsi in paese. Le oltre 400 firme raccolte dai consiglieri in paese saranno presto depositate in comune, per chiedere nuovamente alla giunta di intervenire con un impianto di videosorveglianza. Un provvedimento che, per tanti anziani e chi non può permettersi un impianto antifurto, è anche un gesto di solidarietà.
Questo il comunicato della minoranza:


Il gruppo VALGREGHENTINO E VILLA SAN CARLO PER LE LIBERTA’ denuncia l’ennesima raffica di furti in paese.
Negli ultimi giorni le abitazioni del Paese sono state oggetto di  una serie di furti commessi dai solti ignoti. A Villa San Carlo in località Molino Inferiore  la scorsa settimana  i ladri hanno agito in pieno giorno svaligiando due abitazioni mentre in località Borneda sono stati sottratti motoseghe e tagliaerba da un magazzino
Questi episodi sono solo gli ultimi di una lunga serie di furti e atti vandalici che da tempo affligge il Paese e che ha visto la giunta Longhi totalmente impotente e incapace di attuare misure concrete per contrastare il fenomeno.
La situazione peggiora costantemente. I comuni della provincia - da ultimo anche il vicino Airuno- si dotano di impianti di videosorveglianza tranne Valgreghentino e le conseguenze purtroppo si possono leggere sulle pagine degli organi di stampa locale.
Il gruppo consiliare “VALGREGHENTINO E VILLA SAN CARLO PER LE LIBERTÀ” ha più volte chiesto con interrogazioni l’installazione di apparecchi di video-sorveglianza all’ingresso del Paese, presso il Polo Scolastico e nelle due piazze a Valgreghentino e Villa San Carlo ma ha sempre ricevuto un diniego unanime dalla maggioranza  in consiglio comunale.
“Nei prossimi giorni depositeremo le oltre 400 firme raccolte tra gli abitanti per chiedere ancora una volta alla Giunta Longhi l’installazione di un impianto di videosorveglianza, l’unico vero valido strumento di supporto per le indagini delle forze dell'ordine in caso di furti, scippi e come deterrente per episodi di microcriminalità. Alla petizione i cittadini hanno aderito numerosi e questo testimonia la bontà della nostra iniziativa.” ha dichiarato il consigliere Federica Sala.
“Installare le videocamere di sorveglianza per salvaguardare l’incolumità dei propri cittadini e la loro sicurezza è un atto concreto di SOLIDARIETA’ soprattutto nei riguardi degli anziani e di chi non si puo’ permettere di dotare la propria abitazione di un impianto di antifurto. Sarebbe il momento che la giunta Longhi si facesse finalmente carico di questa problematica e dimostrasse di essere solidale anche con i propri cittadini” ha dichiarato il consigliere Moreno Biffi.
IL Gruppo VALGREGHENTINO E VILLA SAN CARLO PER LE LIBERTA’
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco