Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 415.866.612
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 21 ottobre 2010 alle 11:05

Cernusco: lunghe code fino a Pagnano. Pochi uomini in servizio


La perdita della trave da 20 tonnellate ha causato pesanti rallentamenti al traffico che si sono fatti sentire nelle quattro direzioni. La circolazione, infatti, limitata su una sola corsia verso Milano è stata a tratti paralizzata da Lecco, Montevecchia e Cernusco centro. La prima mezz'ora è stata regolata a mano, con pettorine catarifrangenti e "palette", dagli addetti che si trovavano sulle vetture di scorta del trasporto eccezionale, non senza qualche insulto ricevuto da parte di automobilisti irritati per il ritardo e i rallentamenti. Sul posto attorno alle 8 è giunta una pattuglia di agenti della polizia locale di Merate che erano stati erroneamente contattati dal responsabile del trasporto. Gli agenti, tuttavia, hanno potuto rimanere ben poco sul posto in quanto dal comando, una volta appurata la non appartenenza del sinistro al territorio di Merate, sono stati richiamati a rientrare. Le due vigilasse hanno comunque provveduto a regolare il traffico di un paio di mezzi pesanti che stavano ingombrando l'incrocio e si sono adoperate poi per contattare i colleghi di Cernusco. Una pattuglia di carabinieri in transito, già impegnata in un altro servizio e chiamata per un intervento indifferibile, non ha potuto fermarsi e ha proceduto. Attorno alle 9 il comandante Savarin, anch'egli già occupato a coprire un servizio con un collega (il terzo agente è infatti in ferie, ndr) è corso sul posto provvedendo a regolare il traffico nell'incrocio a sud. Purtroppo la mancanza di personale in servizio e la mancanza di "elasticità" tra un comune e l'altro ha contribuito all'acuirsi del disagio di questa mattina di centinaia di lavoratori. Ma d'altronde tanti, forse troppi, uomini delle forze dell'ordine sono impegnati nei servizi scorta. E anche questa mattina se n'è avuta la prova.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco