• Sei il visitatore n° 476.954.722
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 19 ottobre 2010 alle 19:34

Olgiate: adottato il Pgt, le minoranze contro: ''cittadini disattesi, resta il 'nodo' Bagaggera''

Il Piano generale del territorio del comune di Olgiate Molgora è stato adottato nella serata di lunedì 18 ottobre con 6 voti contrari (di tutti gli esponenti dei gruppi di minoranza presenti) al termine di un lungo confronto tra gruppi consiliari che ha visto le minoranze critiche in merito alla localizzazione dei 4 ambiti di trasformazione sul territorio, alla gestione delle istanze presentate dai cittadini e alla "questione" dell'ex allevamento nell'area Bagaggera, inizialmente destinato all'edificazione e poi stralciato dal documento.

Presenti alla seduta gli architetti Marco Engel e Valerio Testa, redattori del documento e Renato Caldarelli di Eurogeo, responsabile per la Valutazione ambientale strategica per Olgiate, Brivio, Calco e Airuno. Il sindaco Alessandro Brambilla e l'assessore all'edilizie e urbanistica Marco Brambilla hanno ripercorso il lungo iter che ha portato alla redazione del piano, che ora continuerà verso la sua approvazione definitiva. "Quello di stasera è un passaggio fondamentale per un documento di grande rilevanza per il territorio, che ci permette di conoscere più approfonditamente aspetti peculiari del luogo in cui viviamo" ha spiegato l'assessore Brambilla. "Documento di piano, piano dei servizi e piano delle regole delineano le intenzioni dell'amministrazione di contenere la capacità edificatoria sul territorio, promuovendo il recupero e la riqualificazione dell'esistente con particolare attenzione al centro storico. Il piano dei servizi prospetta la creazione di una nuova palestra, di un auditorium pubblico presso l'area Nava, della riqualificazione dell'area della Bevera in comunione con Brivio, a cui si aggiungono parcheggi nelle frazioni e altri servizi minori".

Da sinistra Valerio Testa, Marco Engel, Renato Caldarelli e Marco Brambilla

L'architetto Marco Engel ha sottolineato le grandi novità del Pgt rispetto al vecchio Piano regolatore generale, in termini di maggiore attenzione alla salvaguardia del territorio e alla tematica del consumo del suolo pubblico. "Il documento di piano ha un atteggiamento sperimentale, di proposizione di soluzioni non perenni, L'edificabilità inoltre non viene più attribuita in toto gratuitamente, ma per le aree più ampie una parte della volumetria viene assegnata, un'altra deve essere acquistata". Una novità data anche dal fatto che, grazie al Pgt, è stata avviata una fase di monitoraggio del territorio tra comune, provincia e Arpa.

Da sinistra Angelo Crippa, Paolo Bianchi, Fiammetta Brumana, Claudio Vercelloni e Aleandro Rocca

La discussione dell'assise consiliare è iniziata sulla disposizione di legge che obbliga i consiglieri con parenti fino al quarto grado direttamente coinvolti in ambiti di piano all'astensione dalla votazione. Ognuno si è preso la responsabilità personale di rimanere, conscio del fatto che un'eventuale segnalazione da parte di esterni su questo aspetto farebbe decadere l'intero documento. Le critiche maggiori da parte delle minoranze si sono concentrate sulle 85 istanze pervenute da parte dei cittadini, che preludono alle osservazioni vere e proprie. "Invece di note di carattere generale su interventi utili al paese, siamo di fronte a richieste da parte dei privati chiedono di poter ampliare la propria abitazione o costruirne una seconda su un terreno di proprietà, presumibilmente per i propri figli" ha commentato Fiammetta Brumana di "Vivere Olgiate". "L'amministrazione ha scelto di concedere l'edificabilità in 4 grandi ambiti, quindi la maggior parte di queste richieste non saranno soddisfatte e non sono state prese in considerazione per la redazione del piano. L'amministrazione non ha saputo mediare tra l'encomiabile lavoro svolto dai professionisti e i cittadini. L'unica scelta che lasciano è quella dei 50.000 metri quadrati distribuiti nei 4 ambiti".

Da sinistra Marco Brambilla, il vice sindaco Riccardo Pirovano e il sindaco Alessandro Brambilla

L'architetto Engel ha spiegato che un 35% circa delle istanze presentate non sarà sicuramente ammissibile perchè riguardano aree agricole o di parco, mentre un 10 - 15% potrebbero avere risposta positiva. "Sono convinto che quello di Olgiate sia un ottimo Pgt, redatto nell'interesse dei cittadini e che non presenta dietrologie" ha spiegato l'assessore Brambilla. "Esistono norme sovra-comunali a cui dobbiamo attenerci, non è bello prendere le difese dei cittadini dicendo che il comune ha sbagliato, è un controsenso rispetto alle volontà del piano". Il consigliere indipendente Roberto Pezzuto ha dichiarato la sua contrarietà in merito alla trattazione dell'ex allevamento a Bagaggera. "Si tratta di 8.500 mq di superficie lorda di pavimento, passata dall'ipotesi di edificabilità a quella di bosco, caratterizzata da materiali altamente inquinanti" ha spiegato il consigliere. "È un nodo che va sciolto, non basta demandarlo ad altri. Per il Pgt è inoltre stato utilizzato il reticolo idrico minore del 2001". "L'ambito è stato stralciato per evitare la speculazione sulla zona, che ora segue il piano del Parco" ha spiegato l'assessore Ambrogio Sala.

La maggioranza. Primo da destra il consigliere Roberto Pezzuto

"L'amministrazione ha il dovere di perseguire le idee che si è preposta, ed è quello che stiamo facendo". I consiglieri Paolo Bianchi e Angelo Crippa di "Olgiate per la libertà" hanno chiesto delucidazioni in merito ai 36 nuovi abitanti annui previsti dal piano e a eventuali incentivi per la promozione di agricoltura e attività a carattere turistico nell'area che rientra nei confini del Parco, a nord del paese. "Il pgt rende possibile la nascita di attività agricole e turistiche, eventuali finanziamenti derivano però da altri enti". Il consiglio si è concluso con la votazione e l'adozione del piano. Ora la parola passa ai cittadini, che hanno 60 giorni di tempo dalla pubblicazione per presentare le proprie osservazioni.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco