Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 439.391.124
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Martedì 11 giugno 2013 alle 16:04

L’artista Luisa Rotasperti dona quadri all’oncologia

Porterà un po' di mare e di colore sulle pareti del reparto di oncologia dell'ospedale A.Manzoni di Lecco. Si tratta di un fondale marino, articolato su due quadri, realizzato dai pazienti del dipartimento di salute mentale nel corso di laboratori creativi con la pittrice lecchese Luisa Rotasperti.

Antonio Ardizzoia, primario di oncologia dell'ospedale di Lecco, Daniela Plebani, caposala oncologia, Nadia Signorelli,
coordinatrice infermieristica psichiatria, Mario Lanfranconi, psichiatra, Donatella Puccia, resp. area sociale DSM dell'AO
e in primo piano, Luisa Rotasperti, pittrice

Quest'ultima, attiva dal 1972, collabora con l'unità di psichiatria dell'ospedale Manzoni dal 1989. Al lavoro dei pazienti, da lei coordinati, si devono numerosi dipinti con cui è arredato anche il reparto di Rianimazione.
“E' un'attività ludica, non terapeutica dove spesso è più quello che si riceve di quello che si dà” ha spiegato la Rota Sperti “I lavori sono pensati di modo che ciascun paziente possa scegliere liberamente il proprio compito, che si tratti della fase di disegno, carteggio, colore o della semplice partecipazione critica. In questo caso, le opere sono state realizzate con diverso materiale plastico: sulla base di masonite sono state applicate forme di gesso poi carteggiate, dipinte e fissate con perni e collanti”.

Un lavoro di realizzazione che oscilla intorno ai tre, quattro mesi per i quadri in questione, realizzati dall'incontro di idee di un'utenza, quella dei pazienti, soggetta a un ricambio.
I laboratori sono organizzati in 2,3 ore settimanali con una media di 5 partecipanti.

Un ringraziamento è arrivato anche dal primario della struttura di oncologia dell'ospedale A.Manzoni di Lecco, Antonio Ardizzoia: “E' importante portare allegria in questo reparto e arricchire così gli spazi dedicati al paziente”.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco