Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 393.636.166
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/05/2021
Merate: 21 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Martedì 21 maggio 2013 alle 08:16

Annone B.: open day per l'impianto di compostaggio di Silea. Grandi e piccini in visita

Nell'intera giornata di sabato 18 maggio, Silea ha aperto al pubblico i suoi impianti: quello di termovalorizzazione a Valmadrera e di compostaggio di Annone Brianza, situato in località Tassera. Si è trattato di un vero e proprio open day caratterizzato da visite guidate, che si sono susseguite dalle 9 alle 16. Le famiglie e i numerosi bambini sono stati accolti dai dipendenti e dal direttore tecnico dell'impianto, Andrea Gubitta, il quale alla reception ha fornito ai visitatori alcuni dati circa il lavoro svolto quotidianamente presso l'azienda.

Immagine di uno dei gruppi impegnato nelle visite guidate all'impianto

L'impianto di Annone raccoglie circa 28mila tonnellate di rifiuti all'anno. Di questi, 20mila riguardano la frazione organica (l'umido) mentre il restante 7mila il cosiddetto verde o vegetale.
Per quanto riguarda i rifiuti che confluiscono all'impianto, il 30% è rappresentato dal verde comunale mentre il restante 70% da rifiuti domestici. Su circa 100 kg di prodotto entrante, ciò che si ricava è circa un sesto del prodotto finito.


Successivamente, i tecnici hanno guidato i partecipanti alla visita dell'impianto mostrando loro le diverse fasi di lavorazione del prodotto in entrata, che viene subito suddiviso in verde e umido. Le due parti vengono triturate e mischiate prima di passare nelle cinque biocelle, dove il composto rimane per 25 giorni perdendo circa il 25% del suo volume iniziale (circa 200 tonnellate).

Una prima fase della lavorazione


Lasciando evaporare la frazione acquosa, il materiale subisce un'ulteriore riduzione. Prima di passare dalla fase di maturazione 1 alla successiva (maturazione 2), occorrono ulteriori 30 giorni in cui la riduzione volumetrica può variare dal 20 al 30%.
"Nei tre mesi è importante mischiare bene il composto. Il sovvallo, cioè il materiale che non si è decomposto, viene nuovamente rimesso nel materiale nuovo in quanto fa da strutturante" ha spiegato un tecnico.


Gli odori prodotti all'interno del capannone vengono isolati grazie ad un biofiltro, una struttura di 110 metri di lunghezza costituita da materiale ligneo necessario per assorbire gli odori.


Una volta terminati i lavori di riduzione volumetrica, si crea un cumulo con il macinato del verde e dell'umido che passa al vaglio, ossia viene suddiviso: la plastica viene separata da tutto il resto e rinviata al trituratore in quanto non ancora giunta a maturazione.


Da questa suddivisione si ottiene il compost, che costituisce circa l'uno e mezzo per cento del prodotto iniziale. Il compost è un ottimo fertilizzante naturale che può essere utilizzato negli orti, nei giardini e aiuole, per alberi da frutta e piante in vaso, e in agricoltura in piena terra. Il compost ha le stesse caratteristiche dell'humus che si trova in natura: rende più ricca e nutritiva la terra dove crescono le piante. Quello prodotto da Silea prende il nome di ''fertilcampo'' ed è un ammendante composto misto, che sostituisce completamente l'utilizzo dello stallatico.

Il prodotto finito

Per una scelta aziendale, l'impianto consegna gratuitamente il compost ai cittadini e alle aziende della provincia di Lecco che ne fanno richiesta. Coloro che si recano all'impianto negli orari stabiliti (dal lunedì al venerdì, dalle 15.30 alle 16.15) per ricevere il compost, sono per il 30% privati cittadini mentre la restante parte è legata al mondo dell'agricoltura.

Il direttore tecnico Andrea Gubitta

"Il nostro scopo è quello di incentivare la raccolta differenziata. Abbiamo aperto l'impianto anche alle scuole perchè crediamo sia importante sensibilizzare i più piccoli perchè per loro ci sia un futuro migliore"
ha infine commentato uno dei tecnici. Al termine di ogni visita l'azienda ha offerto un rinfresco a tutti i visitatori.
Simona Alagia
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco