Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 460.225.222
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 25 marzo 2013 alle 18:45

Lecco: inveisce in PS e si scaglia contro la Polizia. Condannato

Aveva contattato l'ambulanza nel tardo pomeriggio di sabato poiché la madre, invalida, non si sentiva bene. Una volta raggiunto il pronto soccorso di Lecco ha dato vita a un acceso diverbio con il personale infermieristico per futili motivi riguardanti un materasso, richiedendo così, da parte dell'azienda ospedaliera, l'intervento della Questura. Il battibecco è continuato, questa volta, presso la sede di Corso Promessi Sposi, dove l'uomo ha danneggiato un computer, tentando anche la fuga a cui è seguita la colluttazione con due agenti di Polizia. Una serie di episodi a cui l'imputato è stato chiamato oggi a rispondere direttamente nell'aula di tribunale, davanti al giudice Paolo Salvatore e al pm Pietro Bassi. Imputato per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale, A.B., classe 1972 di Molteno, difeso dall'avvocato Luigi Tancredi, stando a quanto riferito, aveva con tutta probabilità bevuto una quantità ingente di alcool, motivo a cui viene ricondotto il comportamento violento assunto dall'uomo. Patteggiata la pena, A.B. è stato condannato in mattinata a sei mesi di reclusione, pena sospesa, a cui si aggiunge il risarcimento delle parti civili.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco