• Sei il visitatore n° 468.195.339
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 08 ottobre 2010 alle 14:42

Merate: "Integrazione e sport", 1° progetto pilota in provincia per sensibilizzare alla disabilità tramite il basket.122 gli iscritti

Da sinistra Gabriele Pirola, Giuseppe Procopio e Mario Rampello


Ha tutta l'aria di essere un progetto che farà scuola ma soprattutto strada quello che partirà il prossimo 11 ottobre dalla collaborazione tra l'istituto comprensivo  Manzoni di Merate, l'amministrazione comunale, l'associazione "Dietro la lavagna" e la società "Eventi sportivi". Si chiamerà integrazione e sport e avrà come finalità quella di mettere a contatto la quotidianità dei ragazzi diversamente abili con quella dei normodotati, e viceversa, attraverso un corso di minibasket. Stando assieme, giocando e rispettando le regole della partita, i ragazzi potranno conoscersi, aiutarsi e responsabilizzarsi alla diversità dell'altro e anche alle sue ricchezze. Perché "Integrazione e sport" vorrà essere anche un modo per far emergere le qualità di ognuno, valorizzarle e "sfruttarle" nello spirito di squadra.

VIDEO


Il progetto, proposto alle famiglie meratesi del comprensivo, dunque elementari e medie, ha raccolto un numero forse inaspettato di adesioni e con 122 iscritti si prepara a salpare e a fare da "pilota" per tutta la provincia di Lecco. A presentarlo nel pomeriggio di giovedì 7 ottobre sono stati l'assessore allo sport Giuseppe Procopio (che unitamente all'assessore Emilio Zanmarchi ha concretamente mosso i passi per la sua realizzazione), il rappresentante della Cisl scuola di Lecco Mario Rampello, Gabriele Pirola della società Eventi sportivi e un membro di Dietro la lavagna.
"Si tratta di un corso che tramite lo sport" ha spiegato l'assessore Procopio "vuole favorire l'integrazione tra bambini disabili e normodotati. Sarà un progetto satellite per tutta la provincia, perché non c'è nulla di simile da nessun'altra parte e viaggerà in continuità con la scuola potenziata. I plessi coinvolti saranno quelli di Montello, Pagnano e Sartirana per le elementari e del Manzoni per le medie. È un servizio rivolto alle famiglie, che ringrazio per avere accolto con questa adesione forse inaspettata l'invito. Sarà un anno sperimentale con due settimane di prova durante le quali raccoglieremo le istanze dei partecipanti.  Come amministrazione crediamo molto in questa iniziativa perché un modo per valorizzare e far emergere le ricchezze e le qualità personali di tutti". Soddisfazione è stata espressa anche  da Rampello della Cisl scuola. "Si tratta di un percorso di sensibilità verso il territorio affinchè la scuola possa operare concretamente e in maniera attiva con le famiglie".


A sinistra in piedi il dirigente scolastico Angelo Colombo. Nella foto a destra in prima fila al centro Elisa Ripamonti della Cisl


La parola per i dettagli tecnici è poi passata a Gabriele Pirola di Eventi sportivi, che si occuperà di organizzare e svolgere i corsi. "Integrazione e sport è un progetto ambizioso e importante. Si partirà dall'integrazione vista come riconoscimento delle differenze e delle peculiarità di ciascuna persona. Rappresenterà un'opportunità per tutti i ragazzi di conoscersi e lo strumento sarà lo sport, in questo caso il minibasket. A genitori ed insegnanti che lo vorranno offriremo anche un cammino di formazione in un ciclo di incontri. Lo scopo di "Integrazione e sport" sarà quello di avviare un percorso formativo di miglioramento motorio e psico-sociale che parta dall'accettazione di sé e dal reciproco riconoscimento, dove si creerà vicinanza tra i ragazzi tramite la differenza, passando per lo sport.  Spesso la paura del diverso fomenta episodi di  bullismo. Ecco tramite questa iniziativa vogliamo promuovere il benessere psico-sociale dei partecipanti sensibilizzandoli alla disabilità e utilizzando lo sport per superare i propri limiti".
Il corso si svolgerà nelle palestre dei vari plessi secondo orari già comunicati alle famiglie e con la presenza di allenatori preparati e dotati di abilitazione.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco