• Sei il visitatore n° 466.899.634
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 07 ottobre 2010 alle 18:44

Meratemusica: il 17 il pianista P. Restani a Palazzo Prinetti

La rassegna concertistica Merate Musica 2010, organizzata dall'Amministrazione di Merate e dalla Pro loco, con la direzione artistica della Scuola di Musica San Francesco, si chiuderà Domenica 17 Ottobre alle ore 11 presso la sala nobile di Palazzo Prinetti, con un ospite di grande rilievo: il pianista Paolo Restani.

Si chiude idealmente un ciclo: Paolo Restani si è già esibito nella rassegna per il concerto di apertura della stagione 2010, in duo con il violista Simonide Braconi. Il pianista spezino, assoluto protagonista del numero di Settembre della prestigiosa rivista dedicata alla grande musica classica Amadeus, per la quale ha registrato un cd con musiche di Rachmaninov (http://www.amadeusonline.net/rivista.php?ID=1283266738) eseguirà nel programma pensato per Merate Musica pagine di Johannes Brahms e Franz Liszt (dettaglio nel programma allegato).

Le variazioni di Brahms op. 9 su un tema di Schumann (1854) e op. 35 su un tema di Paganini (1862/63), costituiscono due pagine di grande importanza per la letteratura pianistica. Il celebre compositore e pianista tedesco dedicò all' esercizio della variazione, ovvero la tecnica che partendo da un tema musicale ne elabora attraverso il ritmo e l'armonia le caratteristiche, numerose opere, anche orchestrali.

Nella seconda parte del concerto Restani proporrà 6 studi trascendentali di Liszt (dettaglio sul programma allegato). Franz Liszt scrisse tre versioni dei suoi studi, la prima nel 1826, la seconda e la terza rispettivamente nel 1837 e 1851. E' evidente il tentativo del grande compositore ungherese di esplorare tutte le infinite risorse timbriche e tecniche del pianoforte, che in quel periodo storico beneficiava di grandi innovazioni costruttive. Quasi tutti gli studi, coerentemente con il concetto di musica a programma sposato da Liszt, riportano un titolo che evoca chiaramente la fonte di ispirazione del brano. Chiuderà il concerto il celebre studio Mazeppa, ispirato alla ballata Mazeppa di Victor Hugo. E' uno dei brani più popolari e riusciti di Liszt, da cui il compositore ungherese trarrà successivamente l'omonimo poema sinfonico per orchestra. Difficile, di importante impegno virtuosistico, è caratterizzato da un tema principale che richiama una cavalcata del condottiero Mazeppa, legato al dorso del cavallo. La parte finale, molto drammatica, vede la caduta dell'eroe, cui segue un grandioso e trionfante finale, con acuti squilli di tromba e festosi accordi in fortissimo. Liszt stesso, infatti, al termine della composizione cita il verso di Victor Hugo "Il tombe enfin!... et se relève roi!" ("cade infine, e si rialza re").

Foto e altre notizie, anche sulla biografia di Restani, all'indirizzo: http://www.paolorestani.it/home.html

Per visualizzare la locandina del concerto clicca qui

Per visualizzare il programma e la biografia dell'artista clicca qui

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco