Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.619.533
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 18 febbraio 2013 alle 19:24

Sul trasporto scolastico a Morterone

Ci dissociamo totalmente dall’operato di questa amministrazione, non per vigliaccheria ma perché tutte le scelte fatte sono state prese senza mai un confronto, una commissione o una discussione.
Il sindaco scarica le sue responsabilità sul consiglio comunale, mentre tutte le decisioni sono state prese autonomamente dalla giunta.
Come gruppo di opposizione non abbiamo nemmeno partecipato al Consiglio in cui si comunicavano le decisioni prese in quanto abbiamo intuito il suo voler renderci complici del suo mal operato e comunque nulla si poteva più decidere, a dimostrazione la corrispondenza tra Comune e Famiglia Pegoraro
Fino ad oggi l’amministrazione non ci ha reso partecipi della situazione nemmeno dopo aver chiesto anche con un’interrogazione di essere costantemente informati sull’evolvere della situazione. Le informazioni ci sono arrivate solo dalla Famiglia Pegoraro.
 
Ormai da qualche anno è noto a tutti che il Comune di Morterone non ha i fondi a sufficienza per coprire le spese del trasporto scolastico; infatti si è sempre dovuto chiedere aiuto a enti superiori.
Allora perché aspettare l’inizio delle lezioni per preoccuparsi di una cosa già nota in passato? Perché non se ne è parlato gli anni scorsi? Inoltre il primo giorno di scuola una delle alunne è stata accompagnata da un consigliere di minoranza, in quanto l’amministrazione nemmeno sapeva dell’inizio delle lezioni…. E il sindaco fa la Maestra… Fino ad oggi però il Sindaco si è veramente dato da fare per risolvere il problema??? A Noi qualche dubbio sorge…
 
Ci sembra vergognoso che i rapporti tra cittadini e amministrazione avvenga tramite un legale… con conseguente spreco di denaro da parte di tutti. Il sindaco ha poche persone da amministrare: non dovrebbe essere come in una grande famiglia??? Non dovrebbe affiancarsi ai genitori per sostenere i loro diritti o meglio quelli delle ragazze??
In tutto questo trambusto, nessuno si chiede come si sentono le ragazze, che non sono come i loro compagni e che vengono ripetutamente tirate in causa come un “PROBLEMA”? A 11 e 16 anni dovrebbero avere ben altro a cui pensare….
Ci lascia sbalordito anche il silenzio degli enti superiori chiamati in causa (Prefetto, Procura, Provincia, Regione, Comunità montana). Dove sono finite tutte le personalità che la Invernizzi ha portato a Morterone in campagna elettorale e che si dicevano pronti a sostenerla nelle sue attività?? Solo tante belle parole?
 
Le nostre considerazioni sul Sindaco e sugli amministratori è che forse sono incapaci di gestire un così piccolo paese dalle poche pretese. Lo dimostrano l’indifferenza alle necessità dei residenti (quelli veri!) per un servizio di trasporto indispensabile, il non far nulla per rivalutare un territorio che non merita questo degrado dovuto all’incuria e alla mancanza di idee e di capacità necessarie per il rilancio.
Lo dimostra anche il fatto che il Sindaco dice in un articolo sul giornale che la Corte dei Conti decide se le spese sono ammissibili; ma in realtà la Corte dei Conti ha solo spiegato che vi sono delle priorità nelle spese… Ogni buon padre di famiglia sa che in tempi di ristrettezze occorre fare delle scelte. Certo, dovendo tagliare non si spendono soldi per rinfreschi, manifestazioni, opere inutili. La priorità è mandare a scuola Giada e Giorgia se si vuole “Vivere a Morterone”….
Un'altra avvisaglia la si riscontra sulla gestione dei fondi pubblici. Su richiesta della Società Idrolario di un parere in merito alla realizzazione di un breve tratto di acquedotto per l’importo di 120.000,00 € (l’opera andrebbe a servire una parte di territorio disabitato) dichiara che tale opera “costituisce INDISCUTIBILMENTE un’opera di pubblica iutilità” mentre ci sono zone di morterone più popolate e rinomate che ne sono completamente sprovviste. Non è certo di INDISCUTIBILE importanza permettere alle ragazze di frequentare la scuola?
E ancora… A Morterone l’acqua non è potabile per la maggior parte dell’anno ma anche questo non è importante…
Per questo Sindaco e quest’amministrazione è importante apparire e non impegnarsi per fornire i servizi minimi e indispensabili che hanno tutti i comuni italiani. Addirittura gli uffici comunali per comodità degli amministratori  si trovano a 16 km, in un altro paese, la scelta di vivere a Morterone d'altronde l’ha fatta chi ci abita. A volte sembra di vivere in altri tempi. Il malcontento dei cittadini lo si è potuto verificare anche negli ultimi consigli comunali ai quali nessuno ha partecipato in segno di protesta evidentemente non capita.
Il gruppo di Minoranza RINNOVIAMO MORTERONE
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco