Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.469.954
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 04 ottobre 2010 alle 18:27

Merate: è un albanese pluripregiudicato l’uomo sottoposto a fermo, dopo la rocambolesca fuga e l’infortunio a Cernusco. Fa parte di una banda sospettata di diversi furti in abitazione

L'auto delle forze dell'ordine all'esterno dell'ospedale Mandic di Merate

E' piantonato in ospedale da personale delle forze dell'ordine, Luftim Cala, il pluripregiudicato albanese di 31 anni che domenica sera, dopo una rocambolesca fuga dai carabinieri è caduto nel vuoto, fratturandosi la tibia. Questa mattina i carabinieri, su indicazione del PM Luca Fuzio, hanno sottoposto l'uomo a fermo di indiziato di delitto per ricettazione.
Un rocambolesco inseguimento da Pescate fino a Cernusco, terminato con la cattura di uno dei quattro componenti della banda e un dispiegamento notevole di forze e uomini del Nucleo Operativo Radiomobile.

VIDEO


Questi i fatti. Nella tarda serata di domenica 3 ottobre, nel corso dei normali servizi di pattugliamento del territorio, poco prima delle 22 una pattuglia della stazione di Olginate nota un'Alfa Romeo 159 Sportwagon che transita con fare sospetto nel comune di Pescate. A bordo quattro individui che, alla vista dei militari, accelerano l'andatura e si danno alla fuga in direzione Milano. La pattuglia dei Cc, allora, si mette all'inseguimento allertando la centrale operativa di mandare rinforzi e dislocare pattuglie lungo la 342. A Garlate i fuggitivi vengono intercettati ma forzano il posto di blocco e proseguono verso  Merate. Tallonati dai carabinieri i malviventi si sentono ormai in gabbia.

Il personale del 118 mentre soccorre il ferito

A Calco forzano un ulteriore alt delle forze dell'ordine. L'adrenalina è alle stelle, l'autista perde il controllo dell'auto e va a sbattere contro la cancellata di un'abitazione di Via Pirovano a Cernusco. A quel punto gli occupanti lasciano il potente mezzo e fuggono a piedi. La pronta battuta degli uomini dell'Arma permette di rintracciare, qualche minuto dopo, Luftim Cala nei pressi della palestra Green Power che si affaccia su Via Spluga. L'albanese nella rocambolesca fuga scavalca un muro di cinta, senza sapere che si trattava del parapetto alla rampa di discesa in un magazzino. Un volo di 4 metri e la fuga che termina in ospedale.

La merce sequestrata

Soccorso dai militari, infatti, il 31enne viene trasportato in ospedale dove, sottoposto ad accertamenti, viene ricoverato per la frattura della tibia. All'interno dell'auto, recuperata dopo l'impatto con la cancellata, risultata provento di furto in abitazione a Rogeno lo scorso 12 settembre, vengono rivenuti numerosi arnesi atti allo scasso, una borsa contenente orologi e bigiotteria varia, tre telefoni cellulari risultati asportati il 16 settembre a Santa Maria a Monte (Pisa) ai danni di tre abitazioni.

Luftim Cala, come dicevamo, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione in concorso con gli altri tre complici al momento ancora ignoti e attorno ai quali si stanno concentrando le indagini dei militari coordinati dal capitano Giorgio Santacroce. La banda potrebbe essere la stessa che, negli ultimi giorni, ha compiuto una serie di furti a Valmadrera.
La refurtiva recuperata qualora qualche cittadino la riconoscesse è a disposizione per l'identificazione presso il comando carabinieri di Merate.
Articoli correlati:
03.10.2010 - Cernusco: banda di ladri ruba un’auto a Olginate e forza 3 posti di blocco. Inseguiti dai Cc i malviventi si schiantano contro un cancello. In manette 30enne albanese, fratturatosi una gamba nella fuga
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco