• Sei il visitatore n° 483.666.647
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Lunedì 04 ottobre 2010 alle 14:14

Olginate: l'8 ''Bach, Procolo Harum e. . .Zambrini''

Concerto jazz venerdì 8 ottobre 2010 con il pianista e compositore Antonio Zambrini

Il jazz di Antonio Zambrini, pianista e compositore milanese, torna ancora una volta nell'ex Convento di Santa Maria La Vite in Olginate ospite dell'Associazione Culturale "Il Melabò".

L'appuntamento è fissato per venerdì 8 ottobre alle ore 21 nella Sala della Conchiglia del Convento.

Il programma della serata, dal titolo "Bach, Procol Harum e... Zambrini", prevede un percorso che, da un icona della musica classica come Johann Sebastian Bach che ha contribuito a fare la storia della musica classica e influenzato generazioni di musicisti, arriverà alle composizioni di Antonio Zambrini passando attraverso i Procol Harum, mitico gruppo di rock progressivo britannico che, negli anni Sessanta del Novecento, ha influenzato la storia del rock

Se l'interesse di Zambrini per i Procol Harum è già sfociato nei CD "Abeat" e il più recente "Songs From The Procol Harum Book" (inciso con il contrabbassista Andrea Di Biase e il batterista Jon Scott), nei quali riprende pagine celebri come "A whiter shade of pale" e "Homburg" rivisitandole in chiave molto personale e intimistica, sarà interessante scoprire quali mondi sonori sono scaturiti dal suo incontro con Bach, il più grande e geniale compositore del Seicento.

La musica di Antonio Zambrini si muove prevalentemente tra influenze dell'impressionismo francese, musica popolare anglosassone, musica balcanica e mediterranea, jazz americano degli anni Settanta e Ottanta; il tutto filtrato attraverso la propria sensibilità, le proprie esperienze musicali e, soprattutto, attraverso un pianismo intimistico, quasi cameristico, che cattura lo spettatore non per sfoggio di virtuosismi ma per eleganza e ricchezza di colori e per capacità di coinvolgere l'ascoltatore emotivamente. Numerosi suoi brani sono inclusi in compilation radiofoniche e in cd allegati a riviste specializzate come Jazz Magazine, Musica Jazz, Radio Popolare, Scimmie city jazzclub, Mystere Piano, Velut Luna. La rivista "Musica Jazz" lo ha segnalato tra i nuovi talenti nel 1998, 2000 e 2001, in occasione dell'uscita dei suoi album "Antonia e altre canzoni", "Forme semplici", "Quartetto", seguiti poi da "Due colori" e "Musica". E' stato ospite di diversi programmi musicali di Radio3 RAI ("Invenzione a due voci", "Jazzclub", "Radio3suite", "Piazza Verdi", "I concerti del Quirinale") e ha avuto occasione di suonare, tra gli altri, con Mark Murphy, Lee Konitz, Enrico Rava, Ben Allison, William Parker, Hamid Drake, Claudio Fasoli, Eberhardt Weber, Tiziana Ghiglioni, Nenna Frenlone, Tino Tracanna, Gabriele Mirabassi, Roberto Bonati, Ron Horton, Tiziano Tononi, Riccardo Luppi, Paul Jeffrey, Garrison Fewell, Javier Girotto. Tra i suoi interessi musicali troviamo la tradizione musicale cinematografica italiana (Rota, Carpi, Piovani ecc.) che fa il pari con la sua esperienza di accompagnatore di film muti secondo una formula proposta con successo dalla Cineteca Italia di Milano per la quale ha "sonorizzato" decine di pellicole.

Ingresso 5,00 Euro.

Per visualizzare il volantino dell'iniziativa clicca qui

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco