Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 98.710.757
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
 
redazione
Via Carlo Baslini 5
Merate (Lc)

Tel. 039 990.28.81
Fax. 039 990.28.83
P. Iva 02533410136

I nostri nomi
link utili
bandi e concorsi
annunci di lavoro
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/05/13

Merate: 10 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 09 µg/mc
Lecco: v. Sora: <9 µg/mc
Valmadrera: 7 µg/mc
Moggio: 3 µg/mc
Scritto Luned 31 maggio 2010 alle 16:44

Imbersago: in 50 alla 1° Pinneggiata
nell'Adda, alla scoperta del bel fiume

Si sono presentati in una 50ina, armati di muta pesante, boccaglio e maschera, per partecipare alla “Prima pinneggiata dell’Adda”, manifestazione celebrativa di discesa a nuoto del fiume Adda da Brivio ad Imbersago. La manifestazione, organizzata dal Club Subacqueo Atlantis in collaborazione con la Pro Loco e della Protezione Civile di Imbersago, è stata patrocinata dal Comune di Imbersago nell’ambito dell’ormai famoso Maggio Imbersaghese.

 

 

Scopo principale della manifestazione è stato quello di promuovere la scoperta dell’Adda attraverso il divertimento e il coinvolgimento. “Vogliamo vivere il fiume dall’interno, aggiungere un’attività sportiva nuova alle altre che caratterizzano da tempo l’Adda e la sua valle come la navigazione in canoa e le passeggiate in bicicletta sull’argine” ha spiegato Giorgio Bravi, Istruttore Subacqueo del Club Atlantis.

 

VIDEO

 

Facendo base al piazzale del Traghetto di Imbersago, i circa 50 coraggiosi partecipanti, tra cui numerose donne, si sono imbarcati sull’Addarella, il battello elettrico per la navigazione turistica dell’Adda ed hanno raggiunto il bel lungo Adda di Brivio, dove alle ore 14.30 alla presenza di una folla di curiosi si sono tuffati contemporaneamente nel fiume.

 

 

 

Scortati da due barche della Protezione Civile di imbersago, i nuotatori hanno cominciato al discesa dell’Adda passando nelle amene località del fiume note come “il Toffo”, le Isole, Il Ponticello, per raggiungere, dopo circa un’ora di nuoto, il traguardo fissato presso il Traghetto dove amici e gitanti domenicali hanno accolto i nuotatori.

 

 

 

La manifestazione è proseguita con un ristoro organizzato dal Club Atlantis e dalla Pro Loco a base di prodotti tipici e successivamente sono state illustrate dagli Istruttori Subacquei dell’Atlantis tecniche di salvataggio in acqua. La manifestazione è stata l’occasione anche per informare i partecipanti ed i simpatizzanti in merito alla didattica subacquea e per provare attrezzature subacquee a disposizione per specifiche dimostrazioni.

 

 

“All’Atlantis abbiamo fatto della formazione subacquea il fulcro di tutte le attività che organizziamo. Ogni anno brevettiamo centinaia di allievi e vogliamo far nascere in loro anche la passione per il fiume” ha spiegato “Lupo”, decano degli istruttori e direttore dei corsi. “Vogliamo avvicinare la popolazione al fiume Adda per valorizzarlo sempre più. Questo è uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale. Un percorso lungo iniziato 30 anni fa con la chiusura dell’argine alle auto, proseguito con l’ istituzione del Parco Adda Nord e da manifestazioni sportive e culturali come quella odierna , le canoe di cartone, i cori folcloristici e tante altre” ha commentato Fabio Vergani, vice sindaco di Imbersago. Gli organizzatori danno a tutti appuntamento all’anno prossimo, per un “tuffo” sempre più partecipato.

 

Club Atlantis



© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco