Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 98.710.757
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
 
redazione
Via Carlo Baslini 5
Merate (Lc)

Tel. 039 990.28.81
Fax. 039 990.28.83
P. Iva 02533410136

I nostri nomi
link utili
bandi e concorsi
annunci di lavoro
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/05/13

Merate: 10 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 09 µg/mc
Lecco: v. Sora: <9 µg/mc
Valmadrera: 7 µg/mc
Moggio: 3 µg/mc
Scritto Mercoledì 26 maggio 2010 alle 17:34

Airuno: scuole e sicurezza dei pedoni al centro
dei progetti dell'amministrazione

L’opposizione non perde occasione per ribadire al sua contrarietà al progetto di risistemazione delle scuola media avviato dall’amministrazione comunale ma il sindaco Adele Gatti e la sua squadra continuano per la loro strada sul tema “scuole”.

Partiranno infatti a breve i lavori di risistemazione della scuola elementare mentre per l’edificio della scuola secondaria si sta vagliando la possibilità di coprire il cortile interno per dar vita a uno spazio polifunzionale. Il tutto accompagnato da investimenti volti a garantire la sicurezza degli alunni e non solo. Presso la scuola primaria Aldo Moro verranno sostituiti i serramenti interni ed esterni ed i corrimani, mentre a settembre prenderà avvio il nuovo servizio mensa. Per il primo anno tale servizio sarà riservato agli iscritti della prima classe, i loro fratelli e i piccoli residenti ad Aizurro mentre dall`anno scolastico 2011-2012 il servizio sarà esteso a tutti gli alunni e non è esclusa l`attivazione del Piedibus. Sicuro è invece l`impiego, già sperimentato in questi mesi, di volontari in servizio sullo scuolabus per garantire la sicurezza dei bambini. Ad essere interessata dalle novità sarà però la scuola secondaria di primo grado.

 

 

Il sindaco di Airuno Adele Gatti

 

"Stiamo pensando di realizzare una copertura flessibile sopra il cortile retrostante la scuola" ha annunciato il primo cittadino. La struttura potrà essere facilmente aperta e chiusa in modo tale da creare uno spazio versatile per svariate iniziative e utilizzabile in tutte le condizioni climatiche che potrà ospitare, durante l`estate, spettacoli e magari un cinema all`aperto”.

Per rispondere poi alla cronica mancanza di parcheggi nell`area limitrofe alla scuola, gli insegnati in servizio presso l`istituto potranno usufruire del piazzale antistante il ristorante-albergo "Due platani", i cui proprietari si sono detti favorevoli a cedere qualche posto auto, che rimarrà comunque privato. L’amministrazione è inoltre in trattativa per acquistare l`area verde posta dietro la cabina della Telecom a lato del parcheggio dei "Due platani", su cui potrebbero sorgere una ventina di posti auto a disposizione di tutti. Tutti interventi pensanti "a misura" secondo le parole del sindaco, ovvero tenendo conto delle esigenze attuali della cittadinanza.

 

 

 

Il consigliere di minoranza Claudio Rossi

 

Decisamente su un’ altra lunghezza d’onda è l`opposizione, che da mesi critica l`idea di procedere alla ristrutturazione dell`edificio scolastico preesistente. "A settembre 2010 avremo una scuola nuova, vecchia di 80 anni dal punto di vista progettuale ed architettonico, magari senza parcheggi e con pochi spazi" si legge nel documento presentato durante l`ultimo consiglio comunale dal gruppo "Fumagalli sindaco". Viene inoltre da chiedersi: “visto che il parcheggio dei “Due Platani” e quello che sorgerà nell’area della Telecom si trovano dal lato opposto della provinciale che taglia Airuno in due, cosa si pensa di fare per garantire la sicurezza di chi dovrà attraversare la strada per raggiungere la scuola?”

Il sindaco ha risposto con una serie di proposte volte a garantire l`incolumità dei pedoni. “Non è possibile realizzare dei sottopassi all`altezza delle due nuove rotonde poste a sostituzione dei semafori” ha spiegato Adele Gatti. "Nostro compito sarà quello di rendere tutti i passaggi pedonali a raso più sicuri attraverso l`istallazione della segnaletica orizzontale e verticale nonché dei cosiddetti pastorali di segnalazione". Saranno inoltre posti degli "archetti" lungo i marciapiedi nei punti giudicati più pericolosi e crescerà il numero degli attraversamenti lungo tutto il tratto di Provinciale che passa per Airuno. Impensabile invece l`idea di porre dei semafori all`ingresso e all`uscita del paese che scattano se le auto transitano a una velocità troppo elevata. "Ad Arlate una soluzione di questo genere sta funzionando, ma tali semafori sono posti su una strada secondaria. Metterli ad Airuno vorrebbe dire paralizzare il traffico e annullare i benefici portati dalle rotonde". Lontana anche la realizzazione dell`ormai famosa "tangenzialina" che dovrebbe permettere a camion e auto di aggirare Airuno, un progetto di competenza della provincia e che comporterebbe una spesa di circa 2 milioni di euro. Incalzata poi sulla questione dell`autovelox, altro argomento su cui ha ricevuto pesanti critiche dall`opposizione, il sindaco ha tenuto a precisare che la macchinetta per il rilevamento della velocità non verrà acquistata dal comune ma semplicemente noleggiata in quanto sarà utilizzata solo per 6-7 controlli annui. In ogni caso, l`autovelox "non servirà per far cassa ma per mandare un messaggio chiaro agli automobilisti: si sta attraversando un centro abitato con una serie di attraversamenti. La velocità deve essere moderata. A settanta all`ora una macchina uccide".



© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco