Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 98.710.757
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
 
redazione
Via Carlo Baslini 5
Merate (Lc)

Tel. 039 990.28.81
Fax. 039 990.28.83
P. Iva 02533410136

I nostri nomi
link utili
bandi e concorsi
annunci di lavoro
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/05/13

Merate: 10 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 09 µg/mc
Lecco: v. Sora: <9 µg/mc
Valmadrera: 7 µg/mc
Moggio: 3 µg/mc
Scritto Martedì 25 maggio 2010 alle 18:38

Perego: torna a ``splendere`` la chiesa di
Cereda, gioiello umile della cristianità

immagine 10541

?La conservazione della memoria?. ? nato e si ? sviluppato sotto questo filo conduttore l`intervento di restauro, voluto dalla Parrocchia di Sant`Ambrogio in Monte di Rovagnate, sulla chiesa della Beata Vergine Maria e di San Rocco.

?

?

?

?

L`edificio sacro, risalente alla seconda met? del 1500, collocato nella frazione di Cereda, ? tornato all`antico splendore nella sua semplicit? e bellezza e a riconsegnarlo alla popolazione ? stato il vicario episcopale Mons. Bruno Molinari nel corso di una celebrazione che si ? svolta con gli altri sacerdoti della Valletta, Don Giorgio De Capitani, promotore del progetto, Don Eugenio Baio e Don Mario Bonfanti.

?

?

?

Da sinistra Don Giorgio, Monsignor Bruno Molinari, Don Eugenio e Don Mario

?

?

?Ne valeva la pena?? si ? chiesto Don Giorgio ?Credo di s?. In una societ? come quella attuale che sta perdendo il valore del bello ma soprattutto luoghi di silenzio, di preghiera e di senso comunitario?.

?

VIDEO:

?

?

?

?

Collocata nel cuore della frazione, un intonaco chiaro a renderla un tutt`uno con la natura ancora rigogliosa di quella zona, spoglia da arredi e paramenti, a raccogliere gli sguardi dei fedeli ? di certo l`altare: semplice, un parallelepipedo in muratura con stilizzata al centro una croce.

?

?

?

?

Una ventina di panche in legno, allineate con ordine davanti a due balaustre in marmo e la volta immacolata a custodire l`abside, inusualmente posto a occidente (come ebbe a notare il Cardinale Federico Borromeo).

?

?

?

L`architetto Roberto Spreafico e Mario Romano Negri, presidente della Fondazione Provincia di Lecco che ha contribuito al restauro della chiesa

?

?

Insomma un piccolo gioiello che ? tornato a splendere grazie all`intraprendenza di Don Giorgio De Capitani e dei parrocchiani, da sempre legati all`edificio sacro. Artefice dei lavori l`architetto Roberto Spreafico di Sirone che, al termine della funzione di venerd? 21 maggio, ha anche fornito alcuni ragguagli sui lavori svolti.

?

S.V.

?

?

?

?

?

?

?

?

?

?

?

?


A sinistra alcuni particolari degli affreschi che un tempo adornavano le pareti


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco