Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 98.710.757
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
 
redazione
Via Carlo Baslini 5
Merate (Lc)

Tel. 039 990.28.81
Fax. 039 990.28.83
P. Iva 02533410136

I nostri nomi
link utili
bandi e concorsi
annunci di lavoro
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/05/13

Merate: 10 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 09 µg/mc
Lecco: v. Sora: <9 µg/mc
Valmadrera: 7 µg/mc
Moggio: 3 µg/mc
Scritto Lunedì 24 maggio 2010 alle 15:58

Lomagna: in aula i bimbi, la PL e le variazioni. L`avanzo usato per ripianare il bilancio del Comune

immagine 10482

Dopo il doveroso minuto di silenzio in onore e a memoria dei due alpini caduti in Afghanistan, il consiglio comunale di Lomagna ha visto protagonisti cinque ?invitati a sorpresa?. Si chiamano Federico, Samir, Michele, Osama e Antonio. Sono i bambini lomagnesi che giovedì sera hanno presenziato in consiglio comunale alla nomina del difensore dei loro diritti.

 

 

La carica è stata assegnata, alla presenza del Prof. Salvatore Tarallo, presidente UNICEF per la provincia di Lecco, al sindaco Stefano Fumagalli. Il primo cittadino avrà la responsabilità di dare attuazione pratica alla Convenzione per i Diritti dei Bambini, che prescrive l`ascolto delle loro opinioni, il rispetto, oltre alla non secondaria offerta di strumenti educativi affinchè i piccoli possano sviluppare la capacità di formarsi opinioni proprie.

 

 

?I bambini non chiedono vestiti griffati. ? ha spiegato Tarallo ? Spesso sono i genitori a sentirne l`esigenza. I bambini chiedono innanzitutto ascolto e rispetto. Non sono piccole cose. E` per questo che vi chiediamo di mettere almeno, e sottolineo la parola `almeno`, una volta l`anno in consiglio la situazione dei bambini lomagnesi all`ordine del giorno.? Ricevuta la pergamena il sindaco Fumagalli ha invitato i bambini presenti a farsi sentire, a esporre le loro esigenze direttamente a lui, senza smettere di bussare alla porta se non avranno immediata attenzione.

Dopo l`applauso ai piccoli cittadini lomagnesi il consiglio è ripreso con l`approvazione all`unanimità e con immediata eseguibilità del successivo punto all`ordine del giorno: il contratto per la concessione del servizio pubblico di distribuzione del gas naturale ha subito una variazione, dettata dalla normativa nazionale: a partire dal 2015 non sarà più il singolo comune a indire l`appalto. La gara pubblica, il cui esito non potrà durare più di dodici anni, sarà promossa da un ente sovraterritoriale ancora da definire, allo scopo di creare una omogeneità dei servizi e delle tariffe. La presente azione è mirata a preparare per tempo il comune di Lomagna alla nuova normativa.

 

 

L`assessore al bilancio Alessandro Panzeri ha quindi illustrato le variazioni al bilancio previsionale 2010. ? Le novità introdotte mantengono, come prescrive la legge, l`equilibrio di bilancio.? A parte i vari riallineamenti erariali saltano all`occhio i 20.000? aggiunti ai precedenti 30.000? per il fondo affitto; i 4.500? stanziati ex-novo per la tutela minori di Retesaute; i 10.000? per le spese del censimento che ci sarà nel 2011. Inoltre, la diversa modalità di destinazione del contributo ottenuto da Cariplo per il finanziamento dello start-up ha comportato lo spostamento di quegli 80.000? nella gestione in conto capitale. I contributi del comune di Lomagna a Retesalute passano da 4.500? a 7.500?; quelli per la scuola media passano da 40.000? a 51.900?; quelli per l`intergrazione canoni d`affitto ai meno abbienti passano da 1.837? a 6.777?; diminuite di 1.500? le spese per attività ricreative rivolte agli anziani (passano da 4.000? a 2.500?); le spese per le politiche sociali, in particolare per l`affidamento minori, passano da 20.872? a 31.872?. E` amara la riflessione dell`assessore Panzeri in chiusura di intervento: ?Grazie a questa politica fiscale, con le riduzioni di risarcimento ICI, non possiamo utilizzare l`avanzo di bilancio dello scorso anno (72.000?) per i lomagnesi, ma dobbiamo impiegarli per far quadrare il bilancio attuale.?

 

 

Le modifiche al bilancio di previsione e al prospetto di investimenti sono state approvate coi soli voti della maggioranza. I consiglieri di minoranza Fabio Vigorelli e Irio Tiezzi hanno votato contro, facendo inoltre notare come il fondo di garanzia di 10.000?, da destinarsi a famiglie bisognose, sia ancora non utilizzabile a causa dei criteri scelti dalla presente amministrazione per l`assegnazione. Il sindaco Fumagalli ha espresso la volontà di riflettere sulla questione. Tiezzi e Vigorelli lo hanno invitato a non perdere tempo.

 

 

In seguito sono state approvate le modifiche alla ?Convenzione per la gestione coordinata e associata del Servizio di Polizia Locale? tra i comuni di Lomagna e Osnago. La novità più importante è rappresentata dall`impegno dei due comuni a utilizzare il 50% dei fondi provenienti dalle sanzioni amministrative per implementare la cooperazione stessa. L`altro 50% è per legge da destinare al miglioramento del territorio cittadino. Grazie alla convezione verranno garantiti due turni di pattugliamento. La nuova squadra, composta da 5 agenti di polizia locale (2 di Lomagna e 3 di Osnago), presidierà le strade dei due comuni dal lunedì al venerdì dalle 07:00 alle 19:00, il sabato dalle 07:00 alle 18:30. Il pattugliamento serale estivo si svolgerà dalle 20:00 alle 24:00.

La seconda parte del consiglio è stata occupata da una comunicazione del sindaco e dal dibattito su quattro interpellanze del gruppo di minoranza Progetto Lomagna (vedi articolo dedicato).


Massimo Colombo



© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco