Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.181.562
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 10 novembre 2012 alle 18:07

La Fornero ha ragione: in azienda lavoriamo a ciclo continuo, notti e festivi e in 10 anni 0 giovani hanno iniziato a lavorare con noi

Signor direttore, signor Fumagalli,
il ministro Elsa Fornero ha perfettamente ragione.
Quando sento ieri sulla radio24 che, secondo Istat,  "ben il 32 percento" dei giovani italiani accetterebbe qualsiasi offerta di lavoro, allora penso: l'altro 68 percento e' choosy (ed è più di due su tre).
L'azienda della nostra famiglia ha il ciclo continuo.
Significa che, da contratto, si lavora nei turni, anche di notte, il sabato e la domenica.
Le richieste di lavoro da parte di giovani (sia uomini sia donne) sono in crescita esponenziale per via della crisi.
Sa quanti giovani italiani hanno iniziato a lavorare con noi negli ultimi dieci anni?
Ben ZERO.
Perché la notte no e nel fine settimana no.
Il ministro Fornero (e lo dice anche Piero Ichino) è uno dei migliori ministri che abbiamo avuto nella storia repubblicana.
Quando dice ai giovani di non essere choosy (e questo pochissimi commentatori lo hanno osservato), non dice loro di essere schizzinosi.
Dice che qualsiasi esperienza lavorativa, soprattutto la prima, serve a formare il carattere, la visione del mondo, la cultura ed il modo di comportarsi di quello che ognuno di noi vuole essere nella vita.
E giustamente ha detto che si sarebbe dovuta esprimere più lentamente coi giornalisti, che infatti non l'hanno capita.
Cari saluti,
Pietro Terragni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco