Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.297.596
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 28 ottobre 2012 alle 14:13

Valsassina: prima neve fino a quota 600m. Traffico a rilento, fronde di alberi ''piegate''

Annunciata da qualche giorno, la prima neve nel lecchese è oggi effettivamente arrivata riuscendo comunque a cogliere impreparati soprattutto gli automobilisti. Fiocchi cadono infatti da questa mattina in Valsassina con precipitazioni fino a quota 6-700 metri e dunque con la presenza di neve fino all’altezza di Ballabio.

In paese il manto bianco, come riferito dalle guide alpine della “Casa delle Guide”, risulta essere “piuttosto bagnato” a differenza delle località più in altura dove la neve risulta essere particolarmente “pesante” tanto da aver creato danni anche a diverse piante. Impegnata su questo “fronte” da ore una squadra dei vigili del fuoco di Lecco, chiamati a intervenire, soprattutto nella zona di Pasturo per fronde d’albero piegate dal peso della neve caduta con uno spessore di 10-15 centimetri già a quota 1.000 metri.

Immagini scattate questa mattina a Moggio

La viabilità, sempre a detta delle guide, “sembrerebbe reggere” anche se “effettivamente il traffico risulta molto rallentato per via di molti mezzi in strada senza le gomme da neve”. Gli pneumatici invernali sono infatti vivamente consigliati mentre, al momento, le catene risultano ancora non necessarie. In mattinata è poi stato registrato un incidente, dovuto proprio all’asse stradale reso scivoloso dalle precipitazioni,  nella zona di Balisio, scendendo verso Pasturo.

Già in serata è invece previsto un miglioramento della situazioni, con temperature in rialzo già da lunedì. Il vero pericolo, con il calare della notte, al momento sembrerebbe però essere il ghiaccio.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco