Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 413.919.620
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 28 ottobre 2012 alle 11:09

Valgreghentino: inaugurata la strada per Biglio, piccola frazione che torna a vivere

Una riqualificazione in grado di dare nuova vita ad una piccola frazione immersa nei boschi che incorniciano il paese, ai suoi abitanti e a chi qui, nella zona “alta” dove si arriva solo a piedi, ha deciso di vivere e ha realizzato un agriturismo. È stata inaugurata nella mattinata di sabato 27 ottobre la “nuova” strada che collega il centro di Valgreghentino a Biglio.



VIDEO



Un percorso finora sterrato e alla mercè delle condizioni atmosferiche, difficilmente transitabile in presenza della neve e del ghiaccio invernali. Ora, grazie ad un intervento di 80.000 euro, la strada è stata ampliata, asfaltata e dotata di un muro di contenimento e di un guard rail, per la gioia di chi vi transita per raggiungere la propria abitazione. La piccola frazione (suddivisa in una parte “inferiore” e “superiore”) negli ultimi anni sta tornando a ripopolarsi e dal 2010 vi ha aperto le porte l’agriturismo di Giacomo, "Il Terrazzo", che lo gestisce insieme alla moglie Mara.



Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):


Sono state le piccole Letizia e Lucilla, loro figlie, a tagliare il nastro inaugurale insieme al sindaco Ernesto Longhi, dopo la benedizione da parte del parroco Don Enrico Vitali. Il primo cittadino ha ringraziato tutti coloro, dagli amministratori (presente il capogruppo di minoranza Stefano Simonetti) ai tecnici ai lavoratori della Carlo Tentori, agli stessi residenti che hanno sollecitato l’intervento, per la buona riuscita di un lavoro che va nella direzione di valorizzare e recuperare ad un utilizzo naturalistico e turistico l’area collinare del paese.



“Sono nato a Biglio nel 1926, e fino al 1927 è stato comune a sé”
ha raccontato Nicola Zaccaria, nato e cresciuto nella frazione dove ora trascorre i mesi estivi. “Allora non c’era questa strada, si usava una mulattiera sull’altro lato. Da lì tutti salivano e scendevano a piedi, io avevo la bicicletta in paese e con quella andavo al lavoro a Pescate”. Chi ha scelto di vivere immerso nel silenzio e nel verde del bosco dal 2002, puntando su una attività di ristorazione a Biglio superiore, è Giacomo.



Le bambine frequentano la scuola in paese, andiamo su e giù senza problemi, la strada ora è facilmente percorribile. L’ultimo tratto può essere fatto a piedi o con un 4x4”
. La camminata lungo la nuova strada si è conclusa con un aperitivo nell’agriturismo, con vista sull’intera vallata del paese. Grazie alla nuova strada, questo angolo di Brianza sarà più fribile da tutti.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco