• Sei il visitatore n° 476.180.125
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Venerdì 12 ottobre 2012 alle 19:26

Garlate: il sindaco risponde a una mamma sui lavori palestra

Ha risposto personalmente, dalla pagine del notiziario comunale “Paesevivo”, ad una richiesta da parte di una mamma del paese che chiedeva informazioni in merito alla palestra comunale, i cui lavori sono tuttora in corso e che si prolungheranno oltre i tempi stabiliti. Il sindaco Giuseppe Conti ha voluto così spiegare ai cittadini le motivazioni del mancato ingresso nella struttura degli sportivi di Garlate, che nel frattempo sostiene le associazioni sportive con un contributo. L’appalto per l’ampliamento della palestra, infatti, non comprendeva la sua ristrutturazione e sarà dunque necessario recepire altri 200.000 euro per permettere al progetto di essere completato.

Il cantiere della palestra



Questa la lettera della mamma:
Spett. associazione Paesevivo, sono una mamma garlatese che è costretta, suo malgrado, ad accompagnare in altre palestre i suoi figli per garantire loro continuità riguardo l'attività sportiva.
Ho sperato di poter usufruire della ristrutturata palestra comunale per questo nuovo anno scolastico, comunque in tempi brevi, ma purtroppo i lavori sembrano in alto mare. E' proprio così? Tante voci si rincorrono sul perchè e per colpa di chi... Personalmente ritengo sia opportuno porre le domande direttamente all'amministrazione comunale per vostro tramite, in modo che possa chiarire come sono le cose senza perdersi troppo nel burocratese.
Grazie, una mamma


Questa la risposta del sindaco:
Rispondo volentieri, anche perchè mi consente di fare chiarezza sul problema, e per farlo riprendo sinteticamente la questione dall'inizio. Al nostro insediamento i lavori per la ristrutturazione e l'ampliamento della palestra erano appaltati ma non iniziati (c'era stata una "inaugurazione" in campagna elettorale, ma c'erano questioni tecniche ancora da risolvere, tanto è vero che il contratto è stato firmato soltanto nel luglio 2011) e hanno avuto il via reale nel novembre 2011.
La prima "sorpresa" che non ci aspettavamo è che ci è stato comunicato che questo appalto non riguardava tutta la palestra, ma solo il suo ampliamento: nella sostanza non erano compresi né il rifacimento della pavimentazione, né il risanamento dei muri perimetrali della palestra originaria, opere queste indispensabili per poter riutilizzare il terreno di gioco.
Il progetto appaltato era quindi incompleto e parziale. Si è messo in campo quindi il progetto di completamento, che costerà circa 200.000 euro in più. Oltre a ciò la Regione comunica all'inizio del 2012 la concessione del contributo per la realizzazione del riscaldamento con una pompa di calore, pratica avviata due anni prima. L'ammontare totale è di circa 300.000 euro, il Comune deve metterci il 20- %, cioè 60.000 euro, soldi che occorreva reperire perchè non previsti dai bilanci precedenti, cosa che avviene con il primo bilancio della nuova Giunta, mentre si appronta il progetto esecutivo di quest'ulteriore lotto per andare in appalto.
Nella sostanza è venuto alla luce che il progetto ha bisogno di molti più finanziamenti rispetto a quanto inizialmente previsto per poter essere portato a termine e in anni di vacche magre per la finanza locale, dovendo finanziare anche altre opere urgenti ed indispensabili (ampliamento scuola, punto gioco, alloggi comunali per anziani da risanare e recuperare urgentemente....), non tutte le risorse necessarie sono subito disponibili. In primavera - estate il cantiere è proseguito e di fatto adesso i lavori di ampliamento sono quasi terminati, ma, naturalmente, la palestra non è a n c o r a u t i l i z z a b i l e p e r c h è , come detto prima, mancano interi parti della palestra da recuperare e da completare. Tutto questo per dire che si procederà all'appalto della pompa di calore e di un altro lotto parziale che deve portare al riutilizzo della palestra nei tempi più stretti possibili, in modo da poter far rientrare in palestra i ragazzi, ma che questi lavori sono ancora da svolgere, perchè non compresi in quelli previsti dal primo appalto in fase di ultimazione. Appena ci saranno i soldi necessari completeremo l'opera con le finiture esterne e della parte ampliata. Mi dispiace perciò dei disagi che questa situazione crea a chi utilizzava la palestra e alla Polisportiva, ma abbiamo dovuto prendere atto di un lavoro che è stato programmato male e in fretta. Ora per rimediare a questo stato di cose, coi procedimenti che devono essere conformi alle legge e quindi devono rispettare i tempi necessari è necessario altro tempo e quindi la riapertura della palestra è slittata. Non voglio fare promesse al vento a questo proposito, quindi dico che non si perderà un minuto in più di quello necessario, ma anche che dobbiamo renderci conto che il lavoro di ristrutturazione della palestra vera e propria comincia ora: quello fatto finora riguarda il suo ampliamento.
Nel frattempo il Comune sostiene con contributi finanziari straordinari l'impegno della Polisportiva che in mezzo a mille difficoltà riesce a proseguire la sua azione a favore dei garlatesi: per questo ringrazio la Polisportiva di cuore!
Giuseppe Conti, Sindaco

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco