Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 398.956.071
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/06/2021
Merate: 19 µg/mc
Lecco: v. Amendoa: 10 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 10 µg/mc

Scritto Domenica 07 ottobre 2012 alle 07:35

Verderio I: dalle fregate ai transatlantici fino alle caravelle. Il modellismo navale di Enrico

Classe 1947, due figli, da sempre verderese - nato 'in casa' a Verderio Inferiore - Enrico Colombo ha fin da quando era diciottenne una passione che sembra ben lungi dallo spegnersi: il modellismo. Il modellismo, certo, ma non un 'modellismo' qualunque: quello 'vero'.

Non il lego delle edicole, ma quella particolare attività che impegna persone di ogni età nell'atto di riprodurre partendo da disegni e materiali grezzi la copia miniata di grandi creazioni dell'ingegno umano. Nel caso del Colombo di Verderio Inferiore si tratta di navi.

Fregate, incrociatori, transatlantici, scafi leggeri, fino ad arrivare alle riproduzioni in legno delle 'caravelle' di americana memoria. Ma la tecnica che Enrico Colombo ha affinato negli anni - e che tutt'ora continua a preferire - è quella degli scafi in rame dipinti a mano. Tornio, saldatrice e pennello. Attenzione ai colori storici.

Enrico con i "bozzetti" di lavoro


Navi ricreate artigianalmente a partire da disegni appartenenti a corpi militari, documenti ufficiali, da cui il Colombo - da  vero modellista - ricava fedeli riproduzioni, aderenti all'originale ad un punto che il profano non può facilmente condividere. "Prima di andare in pensione - ci ha spiegato Enrico Colombo - ho sempre lavorato nell'ambito dell'elettrotecnica. La mia occupazione mi ha portato presto su grandi navi italiane e straniere. E' da lì che è nata la mia passione per la storia della Marina e per il modellismo propriamente navale. Attualmente condivido la mia passione con un altro amatore, Andrea Giannini di Cernusco. Ma credo che il modellismo possa essere un'attività entusiasmante per tutti. E' qualcosa che vorrei condividere con un pubblico più ampio".

La "Sedov" russa, l'"Amerigo Vespucci", la "Soleil Royal", l'incrociatore "Gneisenau" e lo stupendo "Vittorio Veneto" sono solo alcune tra le più importanti creazioni di Enrico Colombo. 500 ore di lavoro per modello, 200€ di materiali. Ad oggi il "Vittorio Veneto" è quotato intorno ai 2.000€. 
M.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco