Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.479.437
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 10 giugno 2010 alle 15:16

Cernusco: la domenica della biodiversità tema dell’ediz. ‘L’acqua non è una merce’



Domenica 6 giugno si è svolta a Cernusco Lombardone l'ottava edizione della festa della biodiversità "Andar Per vecchi Semi" dedicata ai vecchi semi e alle nuove culture da scambiare. Il tema di quest'anno era "L'ACQUA NON E' UNA MERCE" e le iniziative a favore di questo bene comune per eccellenza sono state diverse. A cominciare dalla raccolta firme da parte della CGIL (tra i promotori) per la richiesta dei tre referedum abrogativi delle norme che impongono la privatizzazione dell'acqua in Italia, e che ha visto circa 200 persone in fila per firmarli.



Una conversazione dibattito svolta in biblioteca e condotta dall'assessore al bilancio di Cernusco L. Salvatore Krassowski, per spiegare le ragioni che hanno portato alla scelta dei tre referendum e l'annuncio che nella seduta del consiglio comunale di venerdi 11 giugno sarà introdotto nello statuto comunale il principio secondo il quale l'intero ciclo dell'acqua sarà interamente in mano pubblica. I partecipanti alla giornata hanno potuto lasciare un'impronta colorata della propria mano e un pensiero a favore dell'acqua sul muro dipinto di blu della biblioteca. (Installazione a cura dell'arteterapeuta Chiara Orsenigo).



Per i bambini nella mattinata il laboratorio fantastico, molto partecipato, sulla memoria dell'acqua da preservare e nel pomeriggio uno spettacolo teatrale sulle tematiche ambientali rispettivamente a cura del teatro dell'Intreccio e del teatro Ronzinante. Per gli adulti, nel pomeriggio, il corso gratuito sul riconoscimento e la preparazione delle piante selvatiche, a cura dell'associazione Piante spontanee in cucina. E in chiusura le danze popolari. Ristorazione in piazza sotto gli alberi con alimenti biologici e la partecipazione di una quarantina di bancarelle di alimenti bio e/o artigianali. Presenti anche associazioni come Emergency, il parco di Montevecchia e del Curone e No alla caccia.



Interessante il banchetto con il ciclo della vita del baco da seta. I bambini alla fine della giornata hanno portato a casa i bozzoli vuoti come souvenir. Gli stessi bambini delle elementari ogni hanno preparano delle piantine che vendono durante la giornata per scopi benefici. La merenda con pane e cioccolata equosolidale è stata offerta dai volontari dell'associazione VO.CE per invitare sempre più alunni ad andare a scuola con il piedibus.



Ultima nota: l'acqua bevuta durante la festa è quella della fontanella pubblica, e piatti, bicchieri e posate usati dalle persone che si sono fermate a pranzare sono tutte di materiale compostabile. infine i volantini e le locandine per la pubblicità dell'evento sono stati stampati su carta riciclata.

Se desideri ricevere gratuitamente, per uso personale, via mail una copia in formato originale delle fotografie scrivi a fotografie@merateonline.it
indicando il numero o il nome dell'immagine (scorrendo con il tasto destro del mouse alla voce proprietà, indirizzo).


IN CALCE LA GALLERIA CON TUTTE LE SQUADRE DEL TORNEO (clicca sull'immagine per far scorrere le foto).
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco