• Sei il visitatore n° 476.433.962
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 01 settembre 2012 alle 16:35

Garlate: l’8 e 9 settembre la Festa delle Corti

Da sinistra Romualdo Massironi, Giuseppe Conti, Gianmaria Valsecchi, Mattia Morandi


31 punti di interesse, 14 corti, oltre 400 persone coinvolte nell’organizzazione di una manifestazione che quest’anno più che mai ha come filo conduttore le tradizioni popolari e culturali del nostro passato. È tutto pronto a Garlate per la XXI edizione della Festa delle Corti, kermesse ormai entrata nella tradizione del paese e dell’intera provincia lecchese in programma per sabato 8 (dalle ore 18.00) e domenica 9 settembre (dalle ore 12.00). “Il fatto che anche in periodi difficili come quello attuale si riesca a proporre una manifestazione simile è un vero e proprio miracolo, reso possibile dai tanti volontari  che si mettono a disposizione per promuoverla” ha spiegato il sindaco Giuseppe Conti. “Vogliamo che questa sia una festa accogliente, che si basa sul filo conduttore della cultura. Cerchiamo di educare alla conoscenza delle nostre tradizioni e del nostro passato, soprattutto le nuove generazioni, non solo per cultura personale ma per promuovere un senso di continuità con le nostre radici e un senso di appartenenza alla propria comunità. Che non è solo un paese in cui tornare a dormire la sera, ma un luogo con una sua precisa identità”. Tra le novità di questa edizione c’è la collaborazione con l’associazione “Culture popolari e Tradizioni della Lombardia” con la quale sarà possibile assistere a esibizioni di gruppi folcloristici come “La Brianzola” di Olgiate Molgora sabato 8 e il Gruppo folclorico tradizioni e costumi della Valcavagna domenica 9. Apriranno inoltre al pubblico gli “stali”, spazi che erano riservati all’allevamento degli animali, la sala civica ospiterà una presentazione dei parchi naturali del territorio e il Museo della seta Abegg sarà protagonista. “Sarà possibile visitare il gelseto, che presenta oltre 100 varietà di piante, nel cortile esterno della struttura che è chiusa dal 2006 e l’allevamento dei bachi sarà oggetto di una apposita esposizione” ha spiegato Mattia Morandi, consigliere con delega alla cultura tra i principali organizzatori dell’evento. Ci saranno poi una esposizione di carrozze e carrettini d’epoca in Piazza Vittorio Veneto, un gran ballo d’epoca e la premiazione, domenica alle 17.00 nel cortile di Villa Pozzi, del concorso pittorico “Artisti per l’Unicef”. Grande attenzione anche alle tradizioni gastronomiche locali, altro “fiore all’occhiello” della kermesse. “Abbiamo voluto puntare, come per le iniziative, sulla varietà dei piatti proponendo diverse specialità nei vari punti di ristoro” ha spiegato Gianmaria Valsecchi, presidente della commissione biblioteca P. De Grandi. E proprio alla biblioteca del paese andrà parte del ricavato della festa, coma da tradizione. “La Festa delle Corti è nata proprio per l’acquisto di libri, e questo ha fatto sì che la nostra struttura sia diventata un punto di riferimento nel lecchese per il prestito interbibliotecario” ha spiegato Valsecchi. “Con 1700 abitanti e circa 6000 prestiti all’anno, siamo tra le prime 5 biblioteche in Italia per rapporto cittadini/prestiti. Un dato che ci rende orgogliosi”. La Festa delle Corti si avvale di una vera e propria “task force” di forse dell’ordine a volontari (Associazione nazionale Carabinieri, Protezione civile). Per il programma dettagliato della manifestazione consultare il sito http://www.festadellecorti.it

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco