• Sei il visitatore n° 476.088.055
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 02 agosto 2012 alle 16:51

Lario: la GdF di Como rileva 79 infrazioni  per violazioni all'uso del demanio lacuale

Anche quest’anno l’Alto Lario lecchese, così come la sponda comasca, è stato oggetto di controlli mirati da parte delle Fiamme Gialle volti a accertare violazioni sull’uso del demanio lacuale. L’attività di Polizia Demaniale è infatti uno dei molteplici servizi che la Guardia di Finanza svolge nell’interesse dei cittadini ed è volto a vigilare sull’occupazione arbitraria delle aree demaniali, soprattutto del litorale lacuale per  tutelare e conservare il patrimonio paesaggistico. I Finanzieri della Stazione Navale del Lago di Como, sono stati impegnati in numerosi controlli all’interno delle zone portuali presenti sul Lago di Como, individuando diverse violazioni alla normativa nazionale e regionale in materia di demanio lacuale. L’operazione di servizio è stata mirata sull’irregolare deposito, ormeggio e abbandono di beni mobili connessi all’esercizio della navigazione nei comuni della sponda occidentale di Tremezzo (CO), Domaso (CO), Gera Lario (CO) e Sorico (CO), mentre per quanto riguarda la sponda occidentale dell’alto Lario, i comuni interessati sono stati Colico (LC), Bellano (LC) e Varenna (LC). L’intervento della Guardia di Finanza è scaturito su segnalazione dei cittadini esasperati dall’impossibilità di non poter utilizzare le aree demaniali a loro concesse, dal non poter fruire liberamente di spazi pubblici destinati alla balneazione-navigazione e dal pericolo di possibili incidenti derivanti da un utilizzo promiscuo di spazi da parte dei bagnanti e natanti. Nel corso di tale attività, sono state:
- riscontrate N. 37 infrazioni amministrative, rilevate nei confronti di soggetti identificati;
- riscontrate N. 42 infrazioni amministrative, rilevate nei confronti di soggetti non ancora identificati, nei cui confronti sono in corso ulteriori indagini finalizzate all’identificazione dei responsabili;
- disposte ed eseguite N. 60 operazioni di ripristino delle aree demaniali.
La vigilanza ed il controllo sul rispetto della normativa nazionale e regionale posta a tutela del demanio lacuale proseguirà anche in altre zone del Lago in quanto la competenza della Stazione Navale del Lago di Como copre tutte le sponde del lago, delle province di Como e Lecco.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco