Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.601.248
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/08/2020

Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 17 µg/mc
Scritto Lunedì 19 marzo 2001 alle 18:03

ALL'ELTRON SCOPERTO FURTO DI MERCE PER 120 MILIONI DI LIRE

Prelevava, è il caso di dirlo, con una buona regolarità, articoli di elettronica, principalmente videocamere, cellulari e schede ricaricabili che poi, sempre un po' alla volta, rivendeva ad un gruppo di ricettatori. Il sistema messo in moto nel giugno scorso è andato avanti sino a qualche giorno fa. Poi, su segnalazione dell'azienda, il ladro è stato fermato e identificato. Per lui è scattata una denuncia per furto, mentre a carico delle altre quattro persone è partita una denuncia, sempre e piede libero, per ricettazione. La vicenda ha avuto per teatro il grande negozio Eltron che sta dentro il centro commerciale Auchan di via Bergamo a Merate. L'uomo, A.B., trentacinquenne di Vaprio, è dipendente della Eltron. Secondo la denuncia, avrebbe iniziato ad asportare merce già dal giugno scorso. Probabilmente si è trattato di piccoli furti ma evidentemente, continuativi se, in base ad una prima ricostruzione l'ammontare della refurtiva sfiorerebbe la bella cifra di 120 milioni. A. B., sempre secondo la denuncia, rivendeva gli articoli a quattro persone, di cui uno del meratese: L.G., 30 anni, M.A. 26 anni, L.D. 24 anni, C.V. 36 anni. I carabinieri del nucleo operativo di Merate hanno effettuato una serie di perquisizioni durante le quali hanno recuperato merce per quasi 100 milioni. Soltanto una parte della refurtiva, quindi, era già stata piazzata. Le indagini dei militari continuano alla ricerca di eventuali altri complici e dei canali di smistamento di cellulari e videocamere.
 
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco