Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.207.898
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/08/2020

Merate: 24 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 20 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Lunedì 26 marzo 2001 alle 15:48

CERNUSCO: LA VARIANTE DI PRG CONCEDE TROPPO

Secondo l'amministrazione le volumetrie non aumentano ma i tecnici incaricati dai firmatari non sono d'accordo. Ed è guerra di volantini.
 


Si sono accese aspre polemiche sulla quarta variante di piano regolatore generale che l'amministrazione comunale ha votato nello scorso mese di dicembre. Capofila del dissenso, che a quanto pare sta raccogliendo un numero sempre più alto di sostenitori, è Luigi Salomoni, già membro del comitato scuole elementari. I firmatari della osservazione alla variante, la cui presentazione scadrà il prossimo 2 aprile, chiedono che non venga adottato il nuovo strumento votato con delibera n° 36 in data 19 dicembre 2000. Secondo Salomoni, la varante comporta un aumento considerevole della volumetria edificabile che, come Merateonline ha già scritto, comporterà un inevitabile aumento del traffico in una zona dove i parcheggi sono carenti. Si tratta del comprensorio attorno a via Verdi, comprendente le vie Manzoni, Pensiero, Verdi bis e Pergolei. Grave, secondo i firmatari, la monetizzazione dell'area parcheggi davanti all'ex Omnia, procedimento che consentirà di evitare la creazione di posti auto in cambio del pagamento al Comune di una certa somma definita. Democrazia Cernuschese, gruppo di maggioranza che si è recentemente costituita in associazione in vista delle elezioni amministrative (che vedranno Dario Francescatti scontrarsi con Sergio Bagnato) ha definito gli obiettivi sostanziali del futuro operato politico. Al primo punto la qualità e l'efficacia dei servizi resi ai cittadini, al secondo la tutela dell'ambiente e la gestione attenta del territorio. Democrazia Cernuschese ha anche distribuito ai cittadini un ciclostilato dal titolo "disinformazione" che chiarisce alcuni punti sulla variante di prg. Secondo la maggioranza, l'Omnia sarà destinata a zona residenziale e gli edifici dovranno arretrare rispetto a via Verdi. L'area dell'Autorama non vedrebbe, secondo l'amministrazione comunale, un'aumento di volumetria. I firmatari della osservazione che ha già raccolto oltre 100 adesioni nel solo comprensorio interessato e verrà presentata al sindaco, l'area Omnia prevede un aumento del 40 per cento della volumetria e la possibilità, non l'obbligo, che questa area venga destinata a residenza. Sempre sull'Omnia, la variante prevede l'eliminazione quasi totale dell'arretramento che il piano regolatore stabiliva; tale disposizione renderà impossibile ogni intevento stradale in via Verdi. L'osservazione dissente anche sull'Autorama la cui volumetria, che in caso di abbattimento o ristrutturazione sarebbe stata ridotta secondo quanto prevedeva il prg, con la nuova variante resta qual'è attualmente. Ed è proprio per queste considerazioni che i firmatari non trovano una concreta conferma in quanto espresso idealmente negli obiettivi programmatici della neo-associazione Democrazia Cernuscese.
Roberto Perego
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco