Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.207.210
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/08/2020

Merate: 24 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 18 µg/mc
Lecco: v. Sora: 20 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Giovedì 29 marzo 2001 alle 18:32

CERNUSCO: ELETTROSMOG E LOTTIZZAZIONE IN CONSIGLIO


Rifondazione Comunista all'attacco ieri sera in Consiglio Comunale a Cernusco. Il capogruppo Francesco Colotta ha presentato due mozioni: sotto accusa elettrosmog e buono socio sanitario. Le minoranze chiedevano all'amministrazione che si adottasse l'innovativo regolamento per l'installazione di ripetitori per radiomobili. Una buona norma adottata a Osnago, Vimercate, Valmadrera e Robbiate che ha trovato il consenso di molti visto che impone una distanza indifferenziatamente superiore ai cento metri da abitazioni, edifici pubblici, scuole e impianti sportivi. Il sindaco ha preferito demandare la questione alla prossima amministrazione che verrà eletta il 13 maggio. Colotta ha dissentito sul comportamento elusivo che non tutelerebbe sufficientemente la salute dei cittadini. La seconda questione sul tavolo del consiglio è stata un'altra mozione presentata da Rifondazione in cui si chiedeva un differente utilizzo del buono socio sanitario della Regione Lombardia nelle strutture pubbliche a beneficio dei malati cronici. Il buono, previsto dal pirellone in via sperimentale, viene distribuito ad integrazione della pensione per gli anziani che vivono in famiglia e che necessitano di cure assistenziali specifiche. Ma i fondi previsti dalla Regione non sono sufficienti tanto che in tutta la provincia di Lecco ne saranno accettate solo un centinaio a seguito della presentazione di un migliaio di domande. Durante l'assise è anche stata approvata all'unanimità il piano di lottizzazione della cooperativa "Cernusco 90" in edilizia convenzionata. E' stata anche proposta una deroga al requisito della residenza per l'alienazione di una abitazione in edilizia economico popolare in diritto di superficie e una per la vendita di un immobile in proprietà. Si tratta di situazioni particolari in cui è stata chiesta la non applicazione del regolamento adottato in caso di edilizia economica, una fattispecie concreta dove l'applicazione rigorosa dello strumento non realizzerebbe l'equità. L'approvazione del Consiglio è stata unanime ma dalle fila della minoranza si è chiesta una trasparenza delle deroghe concesse -se pur ammesse con grande parsimonia- realizzabile mediante qualche forma pubblica. L'attenzione si è resa necessaria per evitare situazioni verificatesi in passato di alloggi in regime di edilizia convenzionata rivenduti dopo poco tempo in barba al regolamento ad un prezzo di gran lunga maggiore a quello calmierato, fatti ventilati in Consiglio da qualche membro verificatisi anni addietro. A seguito della richiesta del Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone di aumentare il budget da 1200 a 2000 lire per abitante il Consiglio si è espresso all'unanimità.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco