Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 347.776.389
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Mercoledì 14 marzo 2001 alle 17:42

BINDELLA E AUTOVELOX

Il Comune di Merate ha acquistato il Telelaser, l'innovativo sistema di rilevamento che permette all'operatore di conoscere da ben 600 metri la velocità di un autoveicolo e quindi di contestare immediatamente l'infrazione del codice della strada. Lo strumentio verrà consegnato alla Polizia Municipale di Merate e sarà utilizzato nella campagna di prevenzione per la drastica riduzione degli incidenti stradali, causati spesso da una elevata velocità. Il Telelaser, già in dotazione a diversi corpi di polizia tra cui quello di Mandello del Lario, calcola la velocità inviando oltre 107 volte in un secondo un raggio laser sul veicolo puntato. Tale operazione permette di verificare la velocità in meno di mezzo secondo e con una tolleranza sulla precisione del calcolo di soli 2 chilometri orari. Il telelaser, il cui costo si aggira attorno ai quindici milioni, può essere utilizzato anche per il rilevamento delle distanze negli incidenti stradali, evitando di utilizzare metri e bindelle per i verbali di accertamento. Lo strumento consente di "selezionare" il veicolo la cui velocità è eccessiva evitando quindi la raffica indiscriminata di contestazioni che solitamente l'autovelox emette anche contro chi viaggia a velocità di poco superiori al limite. Una volta "puntato" il veicolo che, a distanza, procede ad una velocità ad occhio nudo elevata, l'operatore di Polizia attiva il laser che realizza quasi istantaneamente il calcolo. L'agente ha quindi il tempo di intercettare il mezzo e comminare immediatamente la contravvenzione. Sono infatti sempre più i casi di impugnazione avanti al giudice dei verbali inviati a casa e non contestati al momento della violazione, una controversia che, almeno a Merate, non dovrebbe più verificarsi.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco