Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.139.467
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Venerdì 30 marzo 2001 alle 15:36

PIERANGELO PALEARI, PARACADUTATO SUL RESEGONE

In base ad una prima ricerca dovrebbe trattarsi del presidente della commissione finanze di Montecitorio nella XII legislatura, collaboratore del professore Giulio Tremonti, futuro superministro del governo guidato da Berlusconi (se vincerà)
 

Lo abbiamo raggiunto a Udine, presso un cliente. "Io candidato nel collegio di Lecco? Non lo so. Da Roma nessuno mi ha detto niente di preciso. Sono in corsa, questo sì. Però non mi hanno precisato se avrò un collegio e, in caso di risposta affermativa, quale. Prima di sera forse saprò qualcosa. Sì, sì, senz'altro vi darò notizie". Ecco qua, l'ennesima new entry di questa esasperante classifica del candidato alla Camera per la Casa delle Libertà. Si chiama Pierangelo Paleari, è dottore commercialista con studio in Sesto San Giovanni (Dr. Paleari & Associati, via Fratelli Bandiera 48) e un altro in Milano, in galleria Passarella (cointestato). E' un collaboratore del professor Giulio Tremonti, primo consigliere di Silvio Berlusconi, sicuro superministro del governo del Cavaliere (se naturalmente vincerà le elezioni del 13 maggio). Pierangelo Paleari è iscritto a Forza Italia e nella dodicesima legislatura (quella che si chiude è la tredicesima, iniziativa con le elezioni del 21 aprile 1996) è stato presidente della Commissione Finanze di Montecitorio. Abita a Sesto San Giovanni, in via Corridoni. Di lui le cronache digitali riportano una importante audizione dell'ottobre 1995 sul caso "SuperGemina" la finanziaria che avrebbe dovuto diventare il "salotto buono" della finanzia italiana attraverso un'Opa (Offerta di pubblico acquisto) sulla Ferfin, l'ex finanziaria del gruppo Ferruzzi. L'assenza di informazioni dirette rende sempre incombente il pericolo di omonimie nella ricostruzione dell'attività di questa vasta platea di candidati ai due soli posti di deputato nel lecchese, evidentemente considerato una colonia romana. Salvo quindi i suddetti rischi, il dottor Paleari dovrebbe essere tra l'altro anche presidente del CdA della Vimec Spa, importante azienda manifatturiera di Sesto San Giovanni. Il collegio in cui sarebbe paracadutato è il numero 14 di Lecco, scalzando così le candidature circolate nelle ultime settimane, di personaggi locali.
Restate collegati a Merateonline; vi aggiorneremo in diretta a mano a mano che il mazziere girerà le carte sulla tavola.

 
L. B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco