Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.140.439
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Sabato 31 marzo 2001 alle 15:32

IL MERATESE A PEZZI, TRA GUERRA E LUPI

L'intera provincia è stata colonizzata, soprattutto dal centrodestra che della Libertà deve avere un concetto tutto romanocentrico. Per il Senato sei concorrenti in campo
 

La conferma è giunta dai vertici provinciali di Forza Italia sabato mattina, poco dopo le 9: Maurizio Lupi è il candidato del collegio 15 di Merate alla Camera dei deputati, sistema uninominale. L'assessore all'Urbanistica del comune di Milano, quindi, è l'avversario che il parlamentare uscente, Mauro Guerra, nuovamente in corsa, dovrà battere. Addio alle candidature di Dario Perego e Elio Galbusera. Il primo, Ciellino come Lupi, non ha raccolto sostegni nel lecchese e nulla ha potuto fare per lui Giulio Boscagli. Il secondo gode dell'appoggio di tutti i Forzisti della Brianza, di cui è coordinatore, e dei dirigenti provinciali. Ma Milano ha preferito "sistemare" i propri uomini e li ha imposti nei collegi forti del lecchese. Una scelta assai discutibile che forse costerà qualche manciata di voti. Se l'Ulivo avesse scelto un meratese anziché Mauro Guerra, pure molto conosciuto ormai e anche molto stimato, avrebbe potuto rimettere in discussione il risultato finale, che tuttora appare premiare la Casa delle Libertà. In campo, nel collegio 15 anche Giuseppe Mastrogiorgio per la lista Italia dei Valori, Di Pietro. Un altro bel candidato che porterà via parecchi voti ai due schieramenti. Ultimi sussulti invece su Lecco. Pierangelo Paleari, commercialista in Sesto San Giovanni, ex presidente della Commissione Finanze di Montecitorio, resta il favorito. Tuttavia un residuo margine per il recupero di un candidato locale, esiste ancora. Entro sera, al più tardi nella giornata di domani, domenica, la riserva sarà sciolta e si conoscerà il nome di chi dovrà sfidare nel collegio 14 di Lecco il candidato del centrosinistra Antonio Rusconi, segretario provinciale del Ppi e sindaco di Valmadrera.
Completato, infine, il quadro dei candidati al seggio di senatore del collegio 35. La Casa delle Libertà ha riconfermato il leghista Roberto Castelli; il centrosinistra ha schierato Italo Bruseghini, pluridecorato sindaco di Olginate, la Lista Bonino ha riproposto come nel 1996 Olivia Ratti; Democrazia Europea, la nuova formazione fondata dall'ex segretario generale della Cisl Sergio D'Antoni, presieduta dal senatore a vita Giulio Andreotti, ha messo in campo l'avvocato Giuseppe Ambrogio; L'Italia dei Valori Lista Antonio Di Pietro ha scelto Giancarlo Valsecchi sindaco di Erve; Rifondazione Comunista ha puntato sul cernuschese Francesco Colotta, esponente di punta del partito di Fausto Bertinotti.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco