• Sei il visitatore n° 494.788.468
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Giovedì 26 luglio 2012 alle 22:38

Arpa Lecco risponde all'AO

ARPA Lecco risponde all'AO

 Con riferimento a quanto dichiarato nel comunicato stampa diffuso in data odierna dalla Direzione generale della Azienda Ospedaliera Manzoni di Lecco, ARPA Lombardia precisa  che i ritardi nella realizzazione del parcheggio a servizio dell'Ospedale stesso non sono ascrivibili all'operato del Dipartimento di Lecco.
Innanzitutto, si informa che se nella zona di Lecco sono stati rilevati più volte - nei terreni non contaminati - valori di concentrazione di zinco alti ma normalmente inferiori al limite di legge relativo alla destinazione d'uso di tipo residenziale,  nell'area ex Pagani tale limite risulta invece superato.
Pertanto, nello scorso mese di maggio, a seguito della riconversione del sito all'uso residenziale, sono stati effettuati i campionamenti del terreno, in contraddittorio tra la proprietà e ARPA Lecco, tramite il prelievo di 60 campioni di terreno e riporti (e non di 350, come riportato nel comunicato) e. di questi, 22 sono stati sottoposti ad analisi. Tuttavia, l'indagine ambientale non è stata ancora completata perché, alla data  concordata per i campionamenti, alcuni punti non erano accessibili sia per la presenza di rifiuti sia perché non era stata ancora disattivata la cabina elettrica presente sull'area. Tale situazione persiste a tutt'oggi.
In data 2 e 24 luglio si sono tenuti due incontri tecnici rispettivamente con la direzione dell'Azienda Ospedaliera Manzoni e con la proprietà dell'area ex Pagani e i suoi consulenti, in occasione dei quali ARPA ha assicurato la massima disponibilità a garantire il completamento delle indagini e il prosieguo delle attività.
Si precisa, inoltre, che nell'incontro del 24 luglio la proprietà ha manifestato l'intenzione di procedere alla bonifica completa del sito e alla rimozione dei terreni potenzialmente contaminati da zinco, anziché alla semplice messa in sicurezza dell'area, supportata da elaborazione di analisi di rischio. Ciò comporta, di conseguenza, tempi più lunghi per la realizzazione del parcheggio che, pertanto, non sono attribuibili ad ARPA.
UFFICIO STAMPA - Staff Direzione Generale ARPA Lombardia
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco