Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 380.897.817
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 23/02/2021
Merate: 80 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 54 µg/mc
Lecco: v. Sora: 50 µg/mc
Valmadrera: 71 µg/mc
Scritto Lunedì 07 maggio 2001 alle 18:27

TRA I PUNTI FONDAMENTALI DELLA LISTA DI CENTRO DESTRA DI GUIDO GAVAZZI ANCHE IL DIALOGO CON I CITTADINI E I COMUNI LIMITROFI
 

Non lo rigireranno come un calzino, ma se verranno eletti, il Piano Regolatore Generale del Comune di Olgiate Molgora, in vigore da poco più di un paio di settimane, verrà sensibilmente modificato. Basta leggerlo, il programma di Guido Gavazzi, per comprendere che uno degli obiettivi principali della sua lista è proprio quello di riprendere in mano il PRG approvato dall'amministrazione Sala.
Nel capitolo relativo all'urbanistica si legge: «Prevedere un'eventuale revisione del nuovo Piano Regolatore Generale, in modo che sappia adattarsi dinamicamente alle necessità e alle problematiche che potrebbero presentarsi durante il primo periodo di appricazione». Quindi: «Rimettere in discussione, se necessario, alcune decisioni prese nell'ultima stesura del PRG, in merito a opere viabilistiche, destinazioni d'uso, norme tecniche d'attuazione, regolamento edilizio».
I consiglieri leghisti dell'amministrazione uscente hanno dichiarato, nell'ultima seduta del consiglio comunale, che ricorreranno al Tar, Tribunale amministrativo regionale, per chiedere l'annullamento della seduta durante la quale sono state recepite le modifiche richieste d'ufficio dalla Regione. Per il momento non lo hanno ancora fatto. Attendono l'esito delle elezioni del 13 maggio. In caso di sconfitta, comunque, procederanno su quella strada. Se invece la consultazione elettorale li decreterà vincitori, il piano verrà modificato.
Le modifiche riguarderanno, come si evince dalla lettura dello stesso programma, soprattutto le opere viabilistiche e le destinazioni d'uso.
Per opere viabilistiche, anche se durante la serata di presentazione del gruppo, svoltasi venerdì 4 maggio presso l'aula civica di viale Sommi Picenardi, non lo si è detto chiaramente, si intende la strada di Porchera. In seguito alla presentazione di una osservazione firmata da oltre 500 persone, gli amministratori hanno stralciato dal piano la strada. Pare però, insinuano alcuni candidati consiglieri del gruppo di Gavazzi, che lo stralcio sia relativo soltanto alla strada grande, quella larga oltre sei metri. Sarebbero invece rimaste tutte le altre stradine, che deturperebbero e sconvolgerebbero la piccola frazione di Porchera.
In merito alla destinazione d'uso, il riferimento dovrebbe riguardare la creazione di un PL, Piano di lottizzazione, sempre ubicato a Porchera. Accorpando diversi terreni edificabili in un unico PL, in pratica l'amministrazione avrebbe reso impossibile per alcuni privati l'edificazione.
Tutta l'amministrazione di Gavazzi sarà comunque impostata sul dialogo: con i cittadini e gli impiegati pubblici, ma anche con le amministrazioni dei paesi limitrofi, tra i quali soprattutto quella di Calco, con la quale il Comune di Olgiate ha ancora aperti due contenziosi. Il dialogo permetterà quindi di creare consorzi per lo svolgimento di servizi diversi come quello della vigilanza o quello dell'ufficio tecnico.
Tra le proposte del possibile governo Gavazzi vi è anche la costruzione di una piscina comunale, in collaborazione con altre amministrazioni e l'eventuale realizzazione di una scuola materna pubblica.


 
 
Malacoda
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco