Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 415.863.699
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Domenica 24 giugno 2012 alle 08:24

Osnago: fiordalisi e papaveri ''tingono'' di viola e rosso un lembo di terra tra le spighe


Una striscia viola costellata da puntini rossi circondata dal giallo, quel particolare giallo che solo le spighe riescono ad assumere, un "giallo grano" esaltato da quel piccolissimo lembo di terreno dai colori surreali. Chi, nelle ultime settimane si è trovato a passare lungo via per le Orane a Osnago, si è sicuramente distratto, almeno per qualche istante, perdendosi nella bucolica immagine di quel rettangolo dalle tinte che fanno a pugni con le "zolle" circostanti, donando a quell'ambiente un tocco di irreale o, semplicemente di meraviglioso.


Esattamente alle spalle della stazione ferroviaria, lungo quella strada già di per sé "contadina" che conduce poi a Cernusco e risale fino a Montevecchia, poche decine di metri di "nuda terra", seminata a grano, fiordalisi e papaveri, fanno bella mostra di sé, tanto è vero che non è difficile trovare fotografi appassionati o dilettanti intenti a immortalare quello spettacolo della Natura reso però possibile dall'intervento dell'uomo.


Quell'anomala strisciata di spighe, arricchite con fiorellini d'altri tempi, è infatti stata realizzata grazie ad un progetto del Parco del Curone, ripetuto già da qualche anno, come spiega il cartello apposto per "dare una spiegazione" a quella strana meraviglia. Da riproporre!

A.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco