Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 364.797.542
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 26/11/20

Merate: 88 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 56 µg/mc
Lecco: v. Sora: 44 µg/mc
Valmadrera: 69 µg/mc
Scritto Venerdì 29 giugno 2001 alle 18:22

DISAGI PER DUE CANTIERI SULLA STATALE

In questi ultimi giorni di giugno il transito sulla statale ex 36 nel territorio di Merate è più difficoltoso del solito per la presenza contemporanea di due cantieri, posti a poca distanza uno dall'altro. Il primo è quello per la costruzione del marciapiede che dalla rotonda di via Garibaldi arriverà fino al semaforo della Cappelletta a Pagnano. I lavori sono iniziati lunedì scorso e proseguiranno, secondo la tabella di marcia, fin verso la fine di agosto, giorno più, giorno meno. Sono gli operai dell'impresa edile Valagussa srl di via 25 Aprile ad aver aperto il cantiere, ed a smembrare la banchina laterale della strada per realizzare il marciapiede lungo circa 600 metri, che sarà pavimentato con masselli autobloccanti. L'opera non costerà nulla all'amministrazione comunale, perchè è in conto oneri di urbanizzazione per la ristrutturazione dei caseggiati vicini a villa Schiatti, posti all'angolo con via Ceppo. Inizialmente era prevista la costruzione di un sottopasso nei pressi della rotonda, ma poi difficoltà d'ordine tecnico avevano fatto propendere l'amministrazione comunale per il marciapiede. Un accordo successivo con l'impresa aveva permesso il prolungamento del percorso protetto fino a Pagnano. Il secondo cantiere è quello per la ristrutturazione dell'ex Tessitura: venerdì mattina gli operai che fino ad ora hanno lavorato all'interno, hanno iniziato a demolire una parte del muro di recinzione, quella che fa angolo con via Vittorio Emanuele e che conduce alla stazione. In quel tratto è previsto l'allargamento della statale, per agevolare la svolta verso la stazione e l'ingresso e l'uscita dal complesso che sorgerà nell'ex Tessitura. Le transenne dei due cantieri occupano in parte la sede stradale, restringendola. A volte poi si devono fermare dei camion e delle betoniere per scaricare del materiale, interrompendo il traffico: in più di un'occasione si sono formate delle code.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco