Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.506.551
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/09/2020

Merate: 13 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 7 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Giovedì 14 giugno 2001 alle 17:31

IN FUNZIONE IL TELELASER: 15 VITTIME IN POCHI GIORNI



Il "Telelaser" in dotazione alla polizia municipale

E' in funzione da pochi giorni, ma ha già mietuto 15 vittime, colpevoli di aver superato il limite di velocità dei 50 chilometri orari che vige in tutta Merate, strade provinciali comprese. Il telelaser è costato poco più di 20 milioni di lire, ma in breve tempo l'Amministrazione comunale riuscirà a ripagarlo se gli agenti di Polizia municipale continueranno ad elevare contravvenzioni con questo ritmo.
Il Comandante dei Vigili urbani Donato Alfiniti lo custodisce gelosamente in cassaforte: "E' meglio essere prudenti - ironizza - con i tempi che corrono". I Vigili lo utilizzano soprattutto in due fasce orarie: al mattino e nel tardo pomeriggio, quando il flusso di traffico è più intenso perchè la gente si reca o torna dal lavoro. Le vie più controllate sono via Bergamo e la ex statale 36, dove le statistiche dicono che avviene il numero maggiore di sinistri stradali. "Non usiamo il telelaser - ha spiegato il Comandante - per dare multe e ricavare soldi, ma per fare opera di prevenzione di incidenti; il telelaser deve essere un deterrente".
Il funzionamento dell'apparecchio elettronico è semplice. Tramite un mirino ottico si punta il telelaser verso la targa di una macchina. Sulla lente del mirino si vede un puntino rosso che indica dove il fascio di luce laser è diretto. Su un display appare poi la distanza della veicolo che si sta puntando e la velocità a cui viaggia. In caso di superamento del limite l'agente di turno provvede a bloccare l'autovettura e multare il conducente. Il telelaser è in grado di leggere la velocità di un veicolo anche a trecento metri di distanza. Questo dà la possibilità ai vigili di rimanere nascosti qualche centinaio di metri avanti alla macchina di su cui si vuole verificare la velocità. Gli agenti di polizia municipale possono così fermare il veicolo senza impegnare altro personale. In caso di velocità eccessiva al conducente del veicolo viene mostrato il display che riporta la velocità ed elevata una contravvenzione. "I casi di contestazione della multa - ha spiegato un vigile - sono naturalmente diminuiti, anche se qualcuno ha provato ugualmente a lamentarsi e ad impugnare la contravvenzione".
L'apparecchio, non più grande di una cinepresa amatoriale, può essere utilizzato anche per effettuare i rilevamenti degli incidenti e per la misurazione delle distanze.


 
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco