Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.138.177
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Lunedì 09 aprile 2001 alle 16:30

MAURO GUERRA GALVANIZZA I SUOI SOSTENITORI



A destra Mauro Guerra e a sinistra Luciana Vidili, coordinatrice del Comitato Rutelli meratese


Mauro Guerra ha infiammato i suoi sostenitori riunitesi nella sala civica di viale Lombardia a Merate nel tardo pomeriggio di sabato 7 aprile. Davanti a un centinaio di persone che lo hanno applaudito a lungo il deputato uscente del Collegio 15 e candidato dell'Ulivo alle politiche del prossimo 13 maggio ha così dato ufficialmente e pubblicamente il via alla propria campagna elettorale. "E' il mio avversario Maurizio Lupi che ora deve presentarsi e farsi conoscere - ha esordito Guerra - mentre io parto in vantaggio perché sono il candidato del territorio e posso girare i paesi del Collegio senza vergogna perché ho svolto il mio dovere non solo verso chi mi ha eletto ma verso tutti i cittadini della zona". In oltre tre quarti d'ora di discorso l'onorevole del Centrosinistra ha ripercorso il lavoro svolto negli ultimi cinque anni di attività parlamentare. In particolare si è soffermato sulle conquiste ottenute in materia di finanza pubblica, disoccupazione, fisco, giustizia, partecipazione dei comuni al gettito Irpef e di aumento del trasferimento dei fondi agli Enti locali. Un accenno anche alla vicenda del casinò di Campione d'Italia: "A.N., Lega e Forza Italia volevano estromettere la Provincia di Lecco dalla compartecipazione agli utili della casa da gioco o inserire Varese nella spartizione della torta. L'Ulivo, anche grazie a miei emendamenti, ha invece proposto la costituzione di una società di gestione tra il comune di Campione e le province di Lecco e Como. Ha evitato inoltre che la maggior parte dei proventi venissero sfruttati solo per pianare le spese di Campione d'Italia. Per la provincia di Lecco si parla di entrate per circa 7 miliardi all'anno".

Il pubblico che ha partecipato all'incontro con Mauro Guerra sabato 7 aprile

Ma Guerra ha anche ricordato i momenti difficili della XXIII° legislatura, quali la caduta del Governo Prodi, l'intervento Nato in Serbia, i sacrifici per entrare in Europa e la dura sconfitta alle regionali del 16 aprile 2000. "L'Italia - ha detto Guerra - è comunque un paese rinato, in condizione di crescere meglio e in fretta". Il candidato dell'Ulivo ha poi annunciato la sottoscrizione di un vero e proprio patto con il territorio e la società civile se dovesse venire rieletto. Un patto che interessi scuola, sanità, ospedale e autonomia degli Enti locali e che trasformi il Collegio 15 in un territorio consapevole delle proprie potenzialità e che abbia possibilità di decidere per sè. Al termine dell'incontro il deputato ha anticipato l'apertura della centrale operativa in piazza Italia 10 - dove nel '96 aveva la sede l'avversario di allora Giulio Boscagli - e del un sito internet www.mauroguerra.it. "Bisogna cominciare subito la campagna elettorale - ha concluso Guerra - rivolgendosi soprattutto agli indecisi e che la scorsa volta si è espresso a favore del Polo e della Lega. Nel Collegio 15 possiamo vincere, e ciò che conta sono i voti del 13 maggio non i sondaggi. Per vincere occorre organizzare una campagna elettorale che consenta a tutti di esercitare il buon senso".


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco