Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.140.168
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Lunedì 02 aprile 2001 alle 15:55

OLGIATE: BRAMBILLA (CENTROSINISTRA) SI CANDIDA NELLA SCIA DI SALA

Se gli olgiatesi vorranno eleggerlo sindaco, Alessandro Brambilla ha intenzione di proseguire sulla medesima strada imboccata negli ultimi quattro anni dal suo predecessore, Renato Sala. Sposato con due figli grandi, Alessandro Brambilla ha 61 anni ed è in pensione da 8. Sarà lui e non Emanuele Panzeri, il candidato alla carica di sindaco presentato dal centro sinistra. Alla fine, il fatto che sia di San Zeno deve avere avuto la sua importanza. Il giovane assessore ai Lavori pubblici, infatti, insistendo per costruire la strada che avrebbe tagliato in due la frazione di Porchera, in quel di San Zeno si era certamente alienato parecchie simpatie. Nel caso in cui fosse stato presentato, da quella parte i voti non sarebbero stati numerosi. Brambilla, invece, in buoni rapporti anche con il parroco Giancarlo Cereda, potrà forse raccogliere qualche consenso in più. Candidato per la prima volta alla poltrona più prestigiosa del comune, Brambilla, a differenza del suo antagonista Guido Gavazzi non è certo un neofita né della politica né della vita amministrativa. Per due volte, consecutivamente, è stato eletto consigliere con Carlo Gola, sindaco dal 1967 al 1971 e poi dal 1971 al 1975. Nella successiva legislatura, Guido Paoli gli aveva inoltre affidato l'incarico di assessore al Bilancio. Il suo programma rimane ancora chiuso in qualche cassetto segreto, ma Brambilla ha intenzione di portare a termine quanto fatto da Sala. In primo luogo, quindi, la Residenza socio assistenziale di via Aldo Moro, quindi la ristrutturazione del municipio, il trasferimento di tutte le aule scolastiche nel plesso di viale Sommi Picenardi. Altri punti fondamentali del suo programma sono un maggiore impegno nel sociale, in aiuto di tutte le fasce deboli della società, extra-comunitari compresi e la promozione di iniziative culturali.
Estremo riserbo sui consiglieri che hanno deciso di presentarsi insieme a lui. L'esecutivo dovrebbe essere interamente confermato, quindi vedremo Manlio Magni, Emanuele Panzeri, Pierantonio Galbusera ed Egidio Galbusera. Riconferme anche per i consiglieri, se si esclude qualche fisiologico avvicendamento. Più numerose che nella passata legislatura dovrebbero essere le donne.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco