Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.139.967
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Lunedì 02 aprile 2001 alle 15:48

BARZANO': TORNA IN CAMPO GIUSEPPE ALDEGHI, IL VECCHIO LEONE



Giuseppe Aldeghi

A settant'anni suonati il vecchio leone potrebbe tornare nell'arena. L'indisponibilità a ricandidarsi a primo cittadino di Barzanò di Francesco Godina potrebbe indurre Giuseppe Aldeghi a rientrare nel grande gioco della politica locale a capo di una cordata di centrosinistra. Aldeghi è stato sindaco di Barzanò dal 1978 al 1997; quattro sindacature consecutive sempre alla guida di una lista della Democrazia Cristiana. Anche il 6 giugno 1993, a un anno dallo scoppio dello scandalo di tangentopoli, Aldeghi riuscì ad ottenere il 49,5 per cento dei consensi battendo la Lega Nord di Carlo Maggioni (38,5%) e Insieme per Barzanò di Rita Amiconi (12%). Il suo è stato un compito arduo con il Carroccio che dilagava in tutta la Lombardia ottenendo percentuale bulgare, e i partiti tradizionale, Dc in testa, che andavamo in pezzi. Senza Aldeghi lo scudocrociato avrebbe quasi certamente perso il comune. Con lui riuscì a conquistare 348 voti in più del suo avversario diretto, Carlo Maggioni.
Nel 1997, invece, Giuseppe Aldeghi si è fatto da parte. La componente della Dc, che si è coalizzata con la sinistra, ha messo in campo Francesco Godina, alla guida della lista "Impegno Civico". Godina è riuscito a vincere la gara con 1322 voti pari al 41,8 per cento. Dietro si sono piazzati la Lega Nord con Aldo Benedetti candidato sindaco, che ha ottenuto 1015 voti pari al 32,1%; il Polo per Barzanò con Elio Salmaso (500 voti, 15.8%) e il Cdu (Cristiani Democratici Uniti) con Claudio Zengarini (324 voti, 10.2%). La riserva sarà sciolta entro lunedì sera con la presentazione della lista.
Ancora problemi invece nella Casa delle Libertà. Forza Italia e Lega Nord faticano a raggiungere un'intesa sul nome proposto dagli Azzurri, quello di Paolo Pittarella. Una nuova riunione è in calendario per lunedì mattina, 2 aprile. L'intesa dovrebbe essere comunque a portata di mano. Quasi pronti anche i nomi dei candidati da inserire nella lista della Casa delle Libertà.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco