Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 348.638.998
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/08/2020

Merate: 23 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 17 µg/mc
Valmadrera: 17 µg/mc
Scritto Domenica 22 aprile 2001 alle 18:03

GRANDE SUCCESSO DELLA MOSTRA MERCATO DELL'ANTIQUARIATO



Uno scorcio del mercato dell'antiquariato in piazza Prinetti

Ha superato ogni previsione il successo della mostra-mercato dell'antiquariato organizzato dalla Pro Merate domenica 22 aprile nelle vie e nelle piazze del centro storico. Un successo che premia Pinuccia Maternini, presidente della Pro Loco meratese, e tutti gli altri sostenitori dell'associazione. Grazie ad un bel tempo insperato la manifestazione è stata visitata da gente proveniente non solo da Merate, ma da tutti i paesi del circondario nonostante che ad Osnago si svolgesse l'ormai tradizionale e consolidata Fiera di San Giuseppe Artigiano. Ben 78 le bancarelle presenti tra piazza Prinetti, piazza degli Eroi, via Carlo Baslini e via Giovanni XXIII°. Ne erano previste 87, ma la pioggia degli ultimi giorni ha scoraggiato alcuni espositori, soprattutto quelli del Centro Italia, i quali hanno comunque avvisato in anticipo della loro assenza. Tra le bancarelle oggetti per tutti i gusti e tutte le tasche: da mobili antichi dl valore di qualche milione di lire a piccoli presenti acquistabili con 10mila lire. Una mostra dell'antiquariato che ha riunito persone che solitamente espongono in importanti piazze di grandi città. Grazie al fatto che aprile ha cinque domeniche, i responsabili della Pro Loco sono riusciti a portare a Merate espositori di Parma, Brera, Arezzo, Pisa e dei Navigli, provenienti oltre che dalla Lombardia anche da Veneto, Toscana e Liguria.

Un gruppo degli organizzatori dell'iniziativa; in centro Pinuccia Maternini,
alla sua sinistra Milena Mariani e Umberto Geraldi

"Sono espositori - ha commentato Milena Mariani, una consigliere della Pro Loco - che generalmente hanno tutte e quattro le domeniche del mese impegnate e prediligono città più grandi dove il giro di gente e degli affari è più invitante. Con la scusa della quinta domenica ad Aprile però abbiamo potuto invitarli anche qui da noi". Un grosso merito anche a Umberto Geraldi, che si è offerto da tramite tra la Pro Loco e gli espositori del Naviglio Grande. Soddisfatta naturalmente pure Maternini: "Sono molto contenta del successo dell'iniziativa. Terminata la manifestazione tireremo subito un bilancio e se sarà positivo come credo a settembre cercheremo di fare il bis". L'obiettivo adesso è quello di trasformare la mostra mercato dell'antiquariato in un appuntamento fisso a Merate, riuscendo a convocare gli espositori tre volte all'anno. Un occhio rivolto anche alla Fiera di Sant'Ambrogio a dicembre: "Ci piacerebbe - ha detto Maternini - che anche durante la fiera ci fosse spazio per questi espositori e soprattutto per gli artigiani, in particolare quelli che realizzano al momento i prodotti, sotto lo sguardo dei visitatori". La presidente della Pro Loco contatterà gli artigiani per verificarne la disponibilità: "Prima - ha concluso Maternini - preferisco verificare di persona; occorrono più tempo e maggiori energie, ma i risultati sono assicurati". Del resto come darle torto dopo il successo di domenica?
D.D.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco