Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 354.162.165
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/09/2020

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 25 µg/mc
Lecco: v. Sora: 23 µg/mc
Valmadrera: 22 µg/mc
Scritto Venerdì 27 aprile 2001 alle 17:33

Gravissimo incidente domestico stamane all'alba in vicolo Carloni a Merate

UNA DONNA PRENDE FUOCO MENTRE SI ACCENDE LA SIGARETTA CON IL FORNELLO DELLA CUCINA
 
La prima diagnosi parla di ustioni sul 75 per cento del corpo. Provvidenziale l'intervento dei figli e di una vicina di casa, infermiera professionale. La pensionata è ricoverata in condizioni disperate al reparto grandi ustionati di Torino

Indicato dalla freccia, il luogo in cui i figli hanno prestato i primi soccorsi alla donna

Versa ancora in condizioni disperate M.S., 60 anni, residente in città, in vicolo Carloni 11, che questa mattina all'alba, mentre stava accendendo una sigaretta direttamente dal fornello della cucina, ha preso fuoco, procurandosi bruciature gravi sul 75 per cento del corpo. La donna è ora ricoverata al reparto grandi ustionati dell'ospedale di Torino dove è stata trasferita con un elicottero dopo le prime cure di emergenza prestate dai medici del San Leopoldo Mandic.
La vicenda è al vaglio dei carabinieri anche se non sembra vi siano dubbi circa la sua natura del tutto accidentale. Come ogni mattina, M.S. che abita in un appartamento in vicolo Carloni, una traversa di Via Manzoni, col marito e due figli, si era alzata presto, poco dopo le cinque, per iniziare le pulizie di casa. La donna fuma poco, 6-7 sigarette al giorno, quasi tutte nelle prime ore. In vestaglia, ha attivato il fornello della cucina a gas per accendersi una sigaretta. Si è piegata sulla fiammella e all'improvviso i capelli, o forse la stessa vestaglia, hanno preso fuoco. La poveretta, in preda al panico, ha pensato di uscire all'aperto e si è precipitata sul balcone. Le sue urla di dolore hanno svegliato i familiari. Il primo a raggiungerla è stato il figlio maggiore, noto pilota di rallye. Il giovane si è trovato di fronte una scena raccapricciante: la madre era completamente avvolta dalle fiamme e lanciava urla disumane. Con notevole lucidità ha preso una coperta di lana e gliel'ha gettata addosso riuscendo a spegnere le fiamme. Nel contempo è sopraggiunto anche il secondo figlio, anche lui sportivo, esperto di kickboxing, impegnato oggi in una gara a Ravenna, che ha riempito una padella d'acqua e l'ha rovesciata addosso alla madre. Due azioni tempestive e corrette senza le quali la donna non sarebbe sopravvissuta. In pochi minuti sono accorsi anche i vicini, in particolare un'infermiera professionale dell'ospedale di Merate la quale, accortasi che il cuore della poveretta, batteva appena le ha praticato un massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca. Il volto della donna appariva devastato dal fuoco, senza capelli nè ciglia. Mentre l'infermiera prestava le prime indispensabili cure, veniva lanciato l'allarme ai servizi emergenziali. Sul posto sono accorsi un'ambulanza del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. I sanitari hanno allertato il pronto soccorso del Mandic, circa le drammatiche condizioni di salute della donna, per predisporne l'immediato trasferimento al reparto grandi ustionati dell'ospedale di Torino. Dopo la corsa in ambulanza e le prime cure, un elicottero levatosi dal Sant'Anna di Como, ha preso a bordo la donna e l'ha trasportata al nosocomio del capoluogo piemontese, uno dei più attrezzati di tutto il Nord Italia, nel trattamento di ustioni gravi. Oggi la famiglia - altri due figli sono sposati, una ragazza abita a Montevecchia mentre l'altro figlio vive con la moglie proprio sotto l'appartamento dei genitori - è tutta riunita nella casa di vicolo Carloni in attesa di notizie a Torino.
Appena ve ne saranno, anche noi, le metteremo prontamente in rete.
D.D.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco