Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 347.772.124
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/08/2020

Merate: 8 µg/mc
Lecco: v. Amendola: < 2 µg/mc
Lecco: v. Sora: < 2 µg/mc
Valmadrera: 2 µg/mc
Scritto Martedì 17 aprile 2001 alle 15:39

MERATE: ALTRA RAPINA ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO


Ancora una rapina in banca. E ancora una volta, la Bnl di via Bergamo finisce nel mirino dei banditi. L'assalto è avvenuto martedì, poco prima di mezzogiorno. Le informazioni in questo momento (ore 14) sono ancora molto frammentarie. Si sa che i banditi erano due, giovani, di età compresa da 20 e 25 anni. Uno dei due indossava un giubbotto bianco. Sono entrati entrambi nei locali della Bnl, armati di taglierino e solo parzialmente travisati. Compiuta la rapina i malviventi si sarebbero diretti verso Robbiate, a bordo di una Fiat Punto o di una Y 10 di colore scuro. Secondo altre evidenze, però, non si esclude che l'auto sia una Volkswagen Golf nera. I carabinieri di Merate hanno setacciato la zona in collaborazione con i colleghi di altre caserme ma dei banditi, al momento nessuna traccia. Gli ispettori della Banca Nazionale sono al lavoro per le verifiche di circostanza. Il bottino dovrebbe ammontare a circa 13 milioni. I particolari di questa rapina fanno ricordare la precedente, avvenuta il 26 marzo scorso, un lunedì. Anche in quella occasione in banca fecero irruzione due banditi armati di taglierino, a volto scoperto. Bottino, allora, 12 milioni. L'unica differenza è l'orario. Il 26 marzo la rapina avvenne alle 9.30.


© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco