Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 414.883.632
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Sabato 21 aprile 2012 alle 18:28

Colico: cittadino svizzero in manette per droga e ''armi''



Ennesimo arresto eseguito dai militari della stazione carabinieri di Colico, diretti dal mar. ca. Giuseppe Cacicia, che il 19 aprile u.s., nelle prime ore del mattino, hanno fatto irruzione all'interno di una villetta di colico, abitata dal 34enne cittadino svizzero D.S. Nel corso della perquisizione hanno rinvenuto, nel piano seminterrato, una vera e propria piantagione di "canapa indiana", completa di lampade termiche, deumidificatori, ventilatori per l'essiccazione, con a dimora sei piante dell'altezza di circa mt. 1,50. Successivamente, in cucina, all'interno del freezer, e nella camera da letto, sono stati recuperati complessivamente oltre 500 grammi di "marijuana" e 200 grammi di hashish, due bilancini elettronici di precisione e numerosissimo materiale per il taglio ed il confezionamento in dosi della sostanza stupefacente, la somma in contanti di oltre 1.200 euro e 600 franchi svizzeri. Grazie alla caparbietà dei militari, ben occultata nelle pertinenze dell'abitazione e' stata rinvenuta anche una pistola marca "Ortigies patent deutsche werke", calibro 6,35, con inserito il caricatore e relativo munizionamento, non censita al catalogo nazionale delle armi e pertanto arma clandestina, n. 25 cartucce del medesimo cal. 6.35, nonchè una carabina ad aria compressa.  Al termine della prolungata e minuziosa attività di polizia giudiziaria, i carabinieri di Colico hanno proceduto al sequestro di tutta la droga rinvenuta, dei denari provento dell'attività illecita, del materiale pertinente al reato, cioè l'intera serra, i bilancini ed il materiale per il confezionamento della droga, nonchè delle armi e munizioni rinvenute, ed hanno dichiarato in stato di arresto il cittadino svizzero con le accuse di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di arma clandestina e del relativo munizionamento. L'uomo, dopo le fotosegnaletiche,  è stato tradotto presso la casa circondariale di Pescarenico a disposizione dell'autorità giudiziaria.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco