• Sei il visitatore n° 476.674.451
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
Scritto Mercoledì 04 aprile 2012 alle 22:22

Paderno: è l’ennesima vittima della crisi economica l’uomo che si è gettato dal ponte, un professionista milanese di 42 anni

L'uomo che ha scelto di togliersi la vita saltando nel vuoto da un'altezza di 85 metri dal Ponte di Paderno è con ogni probabilità l'ennesima vittima di una crisi economica che non lascia scampo, e che sta causando una vera e propria "strage" di piccoli e grandi imprenditori e professionisti in tutto il Paese.

VIDEO


Sono infatti le difficoltà legate alla sua attività, divenute forse troppo grandi per non lasciarsi sopraffare dalla disperazione e decidere di porre fine a tutto nel modo più violento, le cause più probabili del gesto estremo compiuto da un uomo di 42 anni, Enrico T. G., residente a Milano, nella prima serata di mercoledì 4 aprile.


Nella sua auto posteggiata nei pressi del Ponte S. Michele ha lasciato un biglietto in cui spiegava alla compagna e ai famigliari di voler porre fine a tutto, a causa sembrerebbe di ragioni di tipo economico. Enrico T.G. svolgeva la sua attività di avvocato e consulente per grosse società, tra la Lombardia e la Svizzera e pare anche gli Emirati arabi, dove a Dubai €aveva uno studio.


Da una prima ricostruzione dei fatti sembra che alcuni testimoni abbiano visto l'uomo, classe 1970, fratello di un noto attore di teatro, aggirarsi a piedi lungo il ponte prima di scavalcare il parapetto e lanciarsi nel vuoto, e il gesto estremo è avvenuto sotto gli occhi di molti testimoni che in quel momento, poco dopo le 19.00, affollavano il ponte di ritorno a casa dal lavoro. Nessuno è riuscito a fermarlo, e i Vigili del fuoco e i mezzi di soccorso giunti in breve tempo sul posto non hanno potuto fare altro che recuperare il corpo, trasportato dall'Adda in superficie, nei pressi della diga.


I carabinieri sono intervenuti per cercare di ricostruire la dinamica dell'accaduto e dare una identità all'ennesima vittima del Ponte S. Michele, questa volta legata a contingenze economiche che sempre più sembrano non lasciare scampo.
R.R.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco